Il Veneto produce tanti debiti: tutta colpa delle tasse

dito-puntato-debiti-veneto-tasse

Il Veneto laborioso è quello che in Italia produce più debiti. È questa la fotografia scattata dall’Osservatorio Prodeitalia attraverso l’analisi dei dati relativi a quanti si sono rivolti all’associazione Csi-Kronos. Tra le cause principali l’elevata pressione fiscale.

Bimag ne parla con Elena Zamuner, coordinatrice nazionale del Progetto Prodeitalia.

 

Avvocato Zamuner, chi si indebita in Italia?

Elena Zamuner, coordinatrice nazionale del Progetto Prodeitalia sui debiti

Elena Zamuner, coordinatrice nazionale del Progetto Prodeitalia

«La regione più indebitata è sicuramente il Veneto. Per quanto riguarda le categorie, in base ai dati delle richieste di aiuto pervenute al team del Progetto Prodeitalia si tratta di imprenditori per il 52 per cento, mentre il restante 48 per cento è costituito da liberi professionisti, dipendenti e disoccupati. Il profilo dell’imprenditore che si indebita è prevalentemente uomo, tra i 30 e i 70 anni, con un livello di istruzione di licenza superiore. Nel Lazio e nella capitale, l’età si abbassa a 45 anni ma cambia anche l’identikit: qui i sovraindebitati sono soprattutto dipendenti della pubblica amministrazione, pensionati e disoccupati».

 

Cosa prevedete per il 2017?

«Purtroppo ancora niente di buono e risolutivo. La nostra indagine mostra che il 49 per cento degli imprenditori è indebitato per circa 80 mila euro: al Nord Italia si toccano punte di oltre 200 mila euro e che i casi di sovraindebitamento sono circa il 60 per cento. È una situazione che non accenna a migliorare, semmai purtroppo viene nascosta per paura, vergogna o scarsa abitudine al debito. Effetto questo rischiosissimo perché chi nasconde il problema tende anche a non affrontarlo».

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Bimag QUOTES

1 / 20
2 / 20
3 / 20
4 / 20
5 / 20
6 / 20
7 / 20
8 / 20
9 / 20
10 / 20
11 / 20
12 / 20
13 / 20
14 / 20
15 / 20
16 / 20
17 / 20
18 / 20
19 / 20
20 / 20

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.