Alla Milan Games Week in mostra il made in Italy dei videogiochi

Il Made in Italy comincia a farsi largo anche nel settore dei videogiochi. La Milan Games Week, manifestazione cult per tutti gli appassionati di gaming che si sta svolgendo in questi giorni presso Fiera Milano City, vede la presenza di oltre 30 sviluppatori di videogiochi italiani. Giunta alla sua sesta edizione, la manifestazione avrà come ospite per il quarto anno consecutivo il Milan Games Week Indie, uno spazio espositivo dedicato proprio ai videogiochi made in Italy.

 

MILAN GAMES WEEK INDIE PROMOSSO DA AESVI

Promosso da AESVI (Associazione editori sviluppatori di videogiochi italiani) per celebrare il Made in Italy nel settore dei videogiochi, il Milan Games Week Indie è uno spazio espositivo in cui il pubblico avrà la possibilità di provare i trenta lavori italiani di recente o prossima uscita e di incontrare gli stessi sviluppatori che ne hanno la paternità. Selezionati tra più di 70 titoli, i videogiochi presenti al Milan Games Week Indie sono il frutto del lavoro di numerosi studi italiani e sono la prova che il settore del design e dello sviluppo dei videogiochi italiano stia vivendo un momento di fermento e di crescita 

 

DUE TRA I VIDEOGIOCHI  PRESENTI
Milan games week indie

All-Star Fruit Racing dello studio 3DClouds

Tra i 30 videogiochi presenti segnaliamo All-Star Fruit Racing dello studio 3DClouds. Milanese e giovane, questa azienda si occupa non solo di gaming, ma di tutto ciò che gravita intorno al mondo della computer grafica: dal rendering delle foto a video making, dalla realizzazione di video motion graphics ai videogames. All-Star Fruit Racing è un kart game per PC con protagonisti un cast tutto femminile e la frutta. Primo prodotto per questa giovane azienda,  All-Star Fruit Racing è stato presentato a luglio durante l’ E3 (Electronic Entertainment Expo) di Los Angeles.

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.