All’ospedale di Careggi i pazienti scelgono il menù. Con il tablet

ospedale-careggi-menu-tablet-pazienti

All’ospedale di Careggi il menù lo scelgono i pazienti in corsia. Con il tablet.

 

IL MENÙ LO SCELGONO I PAZIENTI CON IL TABLET

All’ospedale di Careggi i pazienti scelgono il menù. Con il tablet

A Careggi il menù si sceglie con il tablet

Arriva, dunque, il vassoio personalizzato. Gli ordini sono registrati ogni mattina con un tablet dal personale che si presenta nelle camere, in base alla prescrizione da parte del medico del regime dietetico di ogni degente.

Le consegne ai pazienti avvengono tramite 60 carrelli dotati di una sezione riscaldata e una refrigerata (per mantenere la giusta temperatura e i sapori dei cibi nelle due parti dei vassoi). Si tratta di una «rivoluzione che mette al centro la persona ricoverata con i suoi bisogni nutrizionali e gusti personali» spiega la direzione dell’azienda sanitaria. Sono 2.500 i pasti preparati al giorno (tra prima colazione, pranzo e cena) nell’ospedale fiorentino, con una scelta tra 25 tipologie di diete standard (oltre alle diete personalizzate in base a specifiche esigenze).

 

TORTELLINI E FILETTO DI MERLUZZO

Addio, dunque, semolino, purè o fettina di tacchino ai ferri. Fra la scelta dei piatti per i pazienti ci sono tortellini pomodoro e basilico, pasta broccoli noci e parmigiano, lonza di suino al forno, spezzatino di manzo con olive, filetto di merluzzo gratinato. La proposta dei contorni prevede zucchine trifolate, fagiolini, carote o ceci all’olio. Il menù prevede alcune scelte fisse e alternative che cambiano tutti i giorni con una rotazione ogni due settimane. Il costo è di circa 350mila euro al mese, compresa la fornitura di acqua minerale.

@82valentinas

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.