Americanino: ritornano i jeans dei paninari (grazie a partner cinese)

americanino-jeans-paninari-brand-diffusion

È stato una delle icone italiane degli anni Ottanta. Americanino, lo storico marchio di jeans Made in Veneto, rinasce grazie a un partner cinese.

 

AMERICANINO, RITORNANO I JEANS DEI PANINARI
Americanino: ritornano i jeans dei paninari (grazie a partner cinese)

Americanino: ritornano i jeans dei paninari (grazie a partner cinese)

I jeans con i due pellerossa (che guardano in direzioni opposte) firmati Americanino sono stati un riferimento per quella che era la moda casual anni Ottanta dei paninari.

Oggi sono stati acquisiti da Brand Diffusion (azienda con in portafoglio marchi come Avirex, Henry Cotton’s, Rifle e Marina Yachting, che ha un consolidato rapporto con un partner industriale cinese, in grado di garantire lo sviluppo delle linee dell’azienda italiana).

 

AMERICANINO RINASCE CON BRAND DIFFUSION

Un nuovo inizio, dunque, per la casa di jeand Made in Veneto, dopo una serie di sfortunate avventure e cambi di proprietà: l’etichetta fu fondata in Veneto alla fine degli anni Settanta da Adolfo Bardelle (detto Tato), un autista di ambulanze dell’ospedale di Chioggia. Fallita nel 1992, soltanto nel 2008 Americanino divenne una controllata del gruppo di Arezzo Meta Apparel (società che lo aveva in licenza da una società greca) avventura che si concluse alcuni anni dopo con la liquidazione dell’azienda.

 

STORE A TORINO NEL 2017 POI A MILANO
Americanino: ritornano i jeans dei paninari (grazie a partner cinese)

I jeans Americanino sono stati simbolo della moda dei paninari

«Con Americanino – spiega l’amministratore delegato Massimiliano Rossi – introdurremo una novità nella nostra strategia: quest’anno il brand sarà declinato solo nelle calzature e l’esordio è avvenuto a TheMicam ma, dal prossimo anno, proporremo anche l’abbigliamento».

Il nuovo corso di Americanino con Brand Diffusion vedrà la luce, entro il 2017, con l’inaugurazione di un negozio a Torino, per poi sbarcare a Milano nel 2018. L’obiettivo del piano di sviluppo è quello di garantire al marchio un giro d’affari da 20 milioni entro i prossimi cinque anni.

@82valentinas

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.