Andrea Carletti, il futuro dello Street food è in acqua

«Nell’Apecar c’era un’idea circolare: recuperare oggetti per altri impieghi. Con la barca siamo davanti a una scialuppa che viene riallestita come cucina di bordo».

 

Come definiresti lo Street food mobile?

Lo street food del futuro è sull'acqua

La kitchen boat sarà prossimamente a Genova

«Per me è uno stile di vita, assaggio tutte le ricette che trovo per strada. Oggi si ha sempre meno tempo: la pausa è breve, ma si vuole mangiare una cosa buona e che non faccia male».

 

Qual è la cucina più all’avanguardia nello Street food mobile?

«Dove c’è contaminazione tra  diverse culture, e tipi di cucina, lì ci sono i risultati più interessanti. Eugenio Roncoroni, uno dei padri dello Street food, contamina piatti sudamericani alla maniera italiana. Un nostro amico venezuelano, Pedro, fa delle arepas con ingredienti italiani».

@daniele_colombo

TORNA INDIETRO  >

Pagine: 123

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.