A Camogli l’antica tonnara rivive grazie a Eataly e al crowdfunding

 

IL CROWDFUNDING E L’INIZIATIVA DI EATALY A FAVORE DELLA TONNARA 
tonnara camogli eataly

La locandina della festa per la tonnarella

L’appello a non lasciar morire la tonnarella di Camogli è partito da Slow Food e dalle parole di  Lorenzo Montaldo, responsabile Slow Food dei Presidi liguri. Proprio perchè «la tonnarella di Camogli è un orgoglio per la Liguria e non solo», ha affermato Montaldo, Slow Food sostiene i pescatori di Camogli perchè depositari «di un sistema di pesca straordinario, ma faticoso e sempre meno remunerativo». 

Cogliendo l’invito di Slow Food, Eataly ha avviato nel corso di questo anno una campagna di crowdfunding sulla piattaforma Produzioni dal basso e nello stesso tempo ha promosso un’iniziativa solidale che ha coinvolto i suoi ristoranti di pesce di Torino, Milano, Roma e Genova. Gli chef di questi ristoranti hanno ideato un piatto solidale con l’acciuga sotto sale della cooperativa pescatori di Camogli.

 

LA TONNARA TORNA A RIVIVERE OGGI

Guidate dall’iniziativa di Eataly, che grazie alla vendita di 5700 piatti solidali. ha permesso di raccogliere 20 mila 600 euro, anche altre realtà del territorio si sono mosse e ancora lo stanno facendo per raccogliere fondi pro tonnarella. Grazie a questa iniziativa comunitaria, segno che le tradizioni continuano a essere un patrimonio da custodire, oggi la tonnara torna in mare e la stagione di pesca viene festeggiata con un evento cittadino, al quale parteciperà anche Oscar Farinetti. 

 

@ludabis

TORNA INDIETRO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.