Che vino si beve alla Casa Bianca? I Trump scelgono il Primitivo pugliese

donald-trump-casa-bianca-primitivo-vino-puglia

Che vino si beve alla Casa Bianca? Donald Trump preferisce il vino italiano: la famiglia presidenziale sceglie il Primitivo Made in Puglia, quello prodotto nell’area di Gioia del Colle.

 

ALLA CASA BIANCA SI BEVE VINO ITALIANO

Che vino si beve alla Casa Bianca? I Trump scelgono il Primitivo pugliese

Che vino si beve alla Casa Bianca? I Trump scelgono il Primitivo

Il tricolore, dunque, conquista i palati presidenziali a stelle e striscie: 720 casse da sei bottiglie l’una sono partite alla volta dell’America. La Casa Bianca, infatti, ha ordinato alle Tenute Chiaromonte di Acquaviva delle Fonti, in provincia di Bari, ben 4.300 bottiglie di vini differenti, tra cui il Mascherone, Primitivo Igt Puglia, e il Muro Sant’Angelo Contrada Barbatto, Primitivo doc Gioia del Colle. «Ho rischiato un coccolone – racconta il patron della tenuta, Nicola Chiaromonte – ma è stato un attimo, poi ci ho brindato su».

 

TRUMP SCEGLIE IL PRIMITIVO

Casa bianca. Vino rosso italiano. Se sulla tavola dell’ex inquilino della Casa Bianca, Barack Obama, era presente il Vincotto del Salento, ad approdare nei menu di Donald Trump è la Murgia, con una delle sue declinazioni più nobili del Primitivo di Puglia. Nello specifico, sono state due le etichette scelte, diverse per tipologia, struttura, complessità e blasone.

 

CASA BIANCA. VINO ROSSO MADE IN ITALY

Il Mascherone, Primitivo Igt Puglia, «un vino semplicissimo – spiega Nicola Chiaromonte – prodotto da vigneti giovanissimi nel 2016, non invecchiato e facile da bere, appena 13,5 gradi» e il Muro Sant’Angelo Contrada Barbatto, Primitivo doc Gioia del Colle, «una delle etichette che hanno fatto la storia della nostra cantina, prodotta da vigneti ad alberello che hanno circa 80 anni. Un rosso avvolgente di quasi 17 gradi, super premiato».

@82valentinas

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.