Di Martino, la pasta di Gragnano vestita da Dolce & Gabbana

Una pubblicità dentro un’altra pubblicità. Due brand che si uniscono per promuoversi e sostenersi a vicenda e per spingere i marchi italiani sempre di più, nel nostro Paese e all’estero. La moda che si fonde con la cucina: l’Italia per come è percepita nel mondo, ai suoi massimi. È la storia di Dolce & Gabbana e del pastificio Di Martino, per il quale gli stilisti hanno realizzato il design di una serie di pacchi di pasta, decorati con le maioliche della Costiera Amalfitana e con il tema dele piastrelle (ricorrente in vari luoghi del sud Italia) con cui è decorata la cucina dello show room degli artisti. Dopo le top model della Milano Fashion Week, il fine settimana di D&G li vede vestire delle confezioni dell’alimento base della storia culinaria del Paese: dall’esclusivo all’inclusivo.

DI MARTINO, L’ULTIMO AMORE DEL SUD DI DOLCE&GABBANA
I pacchi di Di Martino decorati da D&G

I pacchi di Di Martino decorati da D&G

Il cosiddetto co-marketing dei due brand ha dato vita a una grossa campagna pubblicitaria. Non è la prima volta che Dolce & Gabbana si lanciano nel mondo del cibo: a Napoli ricordano ancora la festa in cui le vere star furono le pizze di Gino Sorbillo e i dolci di Salvatore Capparelli.

Stavolta la collaborazione è con Giuseppe Di Martino, presidente del consorzio Pasta di Gragnano e proprietario di quattro pastifici (il suo omonimo più quello dei Campi, di Pastorano e di Amato). L’intento della campagna sembra quello di avvicinare i cosiddetti Millennials a un prodotto meno noto di altri ma di grande qualità, dietro la cui semplicità si cela un lavoro di ricerca e una cura del processo paragonabili al complesso mondo della moda.

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.