Don Nicola, fate come me: bevete buon vino e andate al Vinitaly

don-nicola-masci

Don Nicola Masci, 52 anni, è cappellano militare dei carabinieri del Comando Legione Puglia, a Bari. Ma soprattutto è sommelier.  Per celebrare messa utilizza un passito di Pantelleria e ripete la consacrazione se gli capita un vino che sa di aceto: «Lo prescrivono le norme liturgiche». Il suo consiglio è semplice: «Bevete poco ma bene, la vita è breve. E andate al Vinitaly».

 

Che fa un cappellano?

Don Nicola Masci è sommelier Ais Puglia. Quest'anno sarà al Vinitaly

Un gruppo di sommelier Ais Puglia

«Tante cose e io lo sono da 21 anni. Si occupa, intanto, del benessere del personale dell’Arma dei Carabinieri. Io ne sono a tutti gli effetti un ufficiale, anche se non porto la divisa. E sono sommelier, degustatore e relatore Ais: insegno ai corsi dove mi chiamano. Prevalentemente in Puglia». 

 

Quando è cominciata questa passione?

«Da sempre, poi vent’anni fa ho cominciato a fare il sommelier e adesso insegno ai corsi gra-tui-ta-men-te (scandisce bene, ndr). Solo per il puro piacere di divertirmi, incontrare gente e parlare alle persone».

 

È l’unico prete sommelier?

Il vino da messa deve avere caratteristiche specifiche (Foto Salmoirago/NewPress). Aziende che lo producono saranno presenti al Vinitaly

Vino da messa (Foto Salmoirago/New Press)

«Io ho fatto da apripista, in Italia ce ne sono un paio, altri due stanno facendo il corso. Sono miei amici: è un virus che sto diffondendo. Una volta come Chiesa avevamo la cultura per il vino: non solo in senso alto, ma anche enologica. Oggi si è un po’ persa».

 

Che intende?

«Con i carabinieri vado dappertutto. E mi capita di andare in chiese dove celebro messa con il vino che è aceto. E se è tale, la funzione non è valida: il vino deve essere vino, c’è poco da fare, lo prescrive le norme liturgiche».

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12345

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.