Dopo la mostra, il film. Caravaggio artista dell’anno

Caravaggio piace, e tanto. La mostra a lui dedicata e ormai in chiusura a Palazzo reale di Milano ha dimostrato quanto a distanza di secoli questo artista sia amato. E se il 4 di febbraio, con una settimana di proroga rispetto alle date stabilite, Dentro Caravaggio chiude i battenti con un successo inaspettato, il mondo dell’arte e i semplici appassionati del Merisi avranno un altro appuntamento da non perdere: l’uscita nelle sale del film d’arte dedicato all’artista bergamasco. Caravaggio – l’anima e il sangue, il film d’arte prodotto da Sky  e Magnitudo film, uscirà nelle sale cinematografiche il 19, 20 e 21 febbraio. Un passaggio dal grande schermo, distribuito in Italia da  Nexo Digital, e poi il film verrà trasmesso sui canali Sky. 

 

LA VITA DI CARAVAGGIO E LE SUE OPERE NEL FILM 
caravaggio

Michelangelo Merisi da Caravaggio 

Quella di Caravaggio è una vita che si presta bene a essere oggetto di una sceneggiatura, così come il carattere tormentato e affascinante dell’artista. Il film riesce a ripercorrere e analizzare vita e opere dell’artista grazie alla commistione tra narrazione e analisi storico scientifica dei lavori di Caravaggio. Al film hanno collaborato, infatti, studiosi come Claudio Strinati, storico dell’arte esperto del Caravaggio, Mina Gregori, presidente della Fondazione di studi di storia dell’arte Roberto Longhi e Rossella Vodret curatrice della mostra milanese

Attraverso l’io narrante del Merisi, affidato alla voce di  Manuel Agnelli, artista e musicista noto come giudice di X Factor e frontman degli Afterhours, il film avvicina lo spettatore a Caravaggio, mostrandogli i luoghi, la storia, i tormenti, le opere. 

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.