Dopo Milano anche Varese: le bici cinesi Ofo alla conquista della Lombardia

ofo-milano-varese-bike-sharing-cina

Dopo Milano è la volta di Varese: le bici gialle Ofo (piattaforma al mondo di bike sharing free floating) alla conquista della Lombardia.

 

OFO, DOPO MILANO ANCHE A VARESE

Dopo Milano anche Varese: le bici gialle Ofo alla conquista della Lombardia

Ofo, dopo Milano anche Varese

Varese potenzia i propri sistemi di mobilità sostenibile grazie all’arrivo del bike sharing a flusso libero. Una flotta gialla di 300 biciclette è pronta a colorare le strade della città Giardino, da sempre uno dei più importanti centri industriali e commerciali della regione. Il bike sharing in Lombardia, dunque, parla cinese. A Milano sono arrivate quattromila biciclette gialle targate Paese del Sol Levante, all’insegna della mobilità condivisa. La flotta di bici in sharing targate Ofo si allarga adesso anche a Varese. «Siamo felici che la Giunta comunale abbia dato il via libera al bike sharing a flusso libero in città. Riteniamo, infatti, che Varese possieda i requisiti giusti per sperimentare il servizio Ofo e siamo impazienti di vedere la città tingersi di giallo» afferma Antonio Rapisarda, Country Manager di Ofo Italia.

 

 

300 BICI GIALLE TARGATE CINA

Usare Ofo è semplice. Basta scaricare l’app (disponibile sia per dispositivi iOS sia per device Android), geolocalizzare la ofo bike più vicina attraverso la mappa integrata e sbloccare lo smartlock scannerizzando il suo QR code o quello posizionato sul parafango posteriore: l’app tiene conto in automatico del tragitto percorso e dei minuti di utilizzo. Giunti a destinazione è importante parcheggiare la bici in un punto che non sia di intralcio agli altri passanti e richiudere lo smart lock, lasciando così la bici a disposizione dei futuri ofo biker. Un avviso di fine corsa appare, poi, sull’app, informando l’utente sul costo della corsa stessa e fornendo un resoconto circa i chilometri percorsi e le calorie bruciate durante il tragitto. Il bike sharing Ofo ricopre il 65% della quota di mercato e presenta numeri di tutto rispetto: dieci milioni di bici su strada in 180 città di 17 paesi nel mondo con l’obiettivo di espandersi ulteriormente in Italia e di essere presenti in 20 Paesi entro la fine del 2017.

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.