Chi non fa, evita rischi: quando la burocrazia (difensiva) genera mostri

burocrazia

La burocrazia è un mostro che ogni anno divora tempo e denaro alle famiglie e alle imprese. Se ne parla tanto, è uno dei temi su cui spesso si giocano le campagne elettorali, ma nulla sembra mai cambiare.

 

REALIZZATO STUDIO INTERVISTANDO I DIPENDENTI PUBBLICI

Ogni operazione che prevede un contatto con un ente pubblico, in Italia si trasforma in un piccolo (o grande) calvario. Diventano allora interessante le informazioni contenute all’interno dell’inchiesta annuale sulla Pubblica Amministrazione realizzata da Fpa, società del gruppo Digital360, sul tema della “burocrazia difensiva”.

L’aspetto curioso dello studio è rappresentato dal target di riferimento: a essere intervistati sono stati gli stessi dipendenti pubblici.

 

PER L’87 PER CENTO DEL CAMPIONE LA BUROCRAZIA NON CALA
now-and-later-burocrazia

Uno dei capisaldi della burocrazia passiva: se puoi rimandare qualcosa, fallo

Emerge così che la burocrazia, e soprattutto quella cosiddetta difensiva, sarebbe addirittura in crescita negli ultimi cinque anni.

O perlomeno è così per il 62 per cento del campione intervistato. Se a questo numero si somma il 25 per cento di persone per cui la situazione è rimasta pressoché invariata, si giunge a un dato sconfortante dell’87 per cento di soggetti. “Addetti ai lavori”, da un certo punto di vista, che ammettono di non aver visto miglioramenti di alcun tipo nel corso dell’ultimo lustro.

 

RIMANDARE, DEMANDARE, NON ESSERE MAI I PRIMI: UNA DERIVA CONTINUA

Ma cosa si intende esattamente per burocrazia difensiva? Si tratta, riporta una nota dello studio, di «quell’atteggiamento comunissimo tra i dipendenti pubblici per cui è solo non facendo che si evitano rischi».

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Bimag QUOTES

1 / 20
2 / 20
3 / 20
4 / 20
5 / 20
6 / 20
7 / 20
8 / 20
9 / 20
10 / 20
11 / 20
12 / 20
13 / 20
14 / 20
15 / 20
16 / 20
17 / 20
18 / 20
19 / 20
20 / 20

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.