Europa d’accordo: nelle mense di scuole e ospedali largo al km zero

mense

I prodotti alimentari a chilometro zero sbarcano a Bruxelles. La richiesta arriva da Arno Kompatscher, presidente della Provincia autonoma di Bolzano.

 

LA RICHIESTA DI MISURE SOSTENIBILI ARRIVA DAL PRESIDENTE ALTOATESINO

La sua proposta di prevedere l’introduzione di misure sostenibili nelle politiche alimentari dell’Unione europea ha trovato favore diffuso. «Verso una politica alimentare sostenibile dell’Ue che porti occupazione e crescita nelle regioni e città d’Europa», è il titolo del documento di cui lo stesso Kompatscher è stato il relatore.

 

REGIMI ALIMENTARI PIÙ SANI NELLE MENSE PUBBLICHE
Arno-Kompatscher-mense

Arno Kompatscher, presidente della Provincia autonoma di Bolzano

L’auspicio è dunque che l’Europa dia vita a iniziative che favoriscano politiche alimentari che prevedano il coinvolgimento delle realtà locali.

Pochi e chiari i punti fondamentali della proposta. A partire dalla previsione di servizi ecompatibili nel settore alimentare. Si richiede inoltre un’attenzione particolare alle regioni di montagna e a quelle periferiche, di promuovere modelli di etichettatura degli alimenti più chiari in modo da tutelare i consumatori e infine implementare interventi che possano favorire i prodotti alimentari con alto valore nutrizionale e regimi alimentari sani.

 

NEI BANDI PUBBLICI CLAUSOLE AD HOC PER FAVORIRE I PRODOTTI REGIONALI

La sollecitazione altoatesina punta dunque a ottenere la nascita di misure che rafforzino le filiere alimentari regionali e incentivi a sostegno degli alimenti tradizionali.

Un punto su cui Kompatscher insiste è poi l’obbligo da parte degli enti pubblici, come le scuole o gli ospedali, di acquistare prodotti locali a chilometro zero, ad esempio prevedendo all’interno dei bandi pubblici relativi alle mense delle clausole che conferiscano maggior valore ai prodotti regionali. In questo modo, oltre alle conseguenze sull’aumento del livello qualitativo dei prodotti consumati, verrebbe garantito maggiore slancio all’economia locale.

@BusinessPmi

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.