Fiat investe in Usa, il protezionista Trump ringrazia su Twitter

trump-marchionne-fiat

Il neo eletto presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha ringraziato pubblicamente Fiat e Ford per gli investimenti che si accingono a realizzare sul suolo americano.

 

IL TWEET DI TRUMP: «STA FINALMENTE SUCCEDENDO»

«Grazie Fiat Chrysler e Ford!», ha scritto Trump su Twitter, il social da lui più utilizzato. E ancora: «Sta finalmente succedendo, Fiat Chrysler ha annunciato piani d’investimento per un miliardo di dollari sugli impianti in Michigan e Ohio. Questo dopo che Ford ha annunciato la settimana scorsa che amplierà i suoi impianti in Michigan e negli Usa, invece di costruire una nuova fabbrica in Messico».

 

IN FIAT VERRANNO CREATI TRE NUOVI MODELLI A MARCHIO JEEP
marchionne-fiat-trump

L’amministratore delegato di Fiat Chrisler, Sergio Marchionne

L’investimento da un miliardo di dollari sarà utilizzato per la produzione di tre nuovi modelli. Le Jeep Wagoneer e Grand Wagoneer e un nuovo pick up (furgone scoperto), sempre a marchio Jeep, negli stabilimenti di Warren (Michigan) e Toledo (Ohio). Verranno creati circa duemila nuovi posti di lavoro.

«Lo ringrazio. È un atto dovuto al Paese», è stata la replica di Sergio Marchionne, numero uno dell’impresa automobilistica, dal Salone dell’auto di Detroit. Poi, l’aggiunta sibillina: «Per quanto ne capisco, credo che al presidente eletto dovrebbe piacere una fusione tra Fiat Chrysler e General Motors».

 

LA MORAL SUASION DEL NEO PRESIDENTE COMINCIA A FARE EFFETTO?

È probabile che l’intera campagna di Trump, votata senza ambiguità a un chiaro ripristino del protezionismo, abbia avuto effetti rilevanti, fino a convincere grandi aziende a rivedere i propri piani di azione.

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Bimag QUOTES

1 / 20
2 / 20
3 / 20
4 / 20
5 / 20
6 / 20
7 / 20
8 / 20
9 / 20
10 / 20
11 / 20
12 / 20
13 / 20
14 / 20
15 / 20
16 / 20
17 / 20
18 / 20
19 / 20
20 / 20

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.