Referendum in Lombardia e Veneto: più autonomia utile se al centro c’è l’impresa

referendum-lombardia-veneto

Non si tratta più di ipotesi e propaganda vacua. I referendum sull’autonomia in Lombardia e Veneto si faranno nel prossimo mese di ottobre. Il giorno 22, per la precisione.

 

REFERENDUM INUTILI E COSTOSI SECONDO I DETRATTORI

Voluti fortissimamente dai due presidenti leghisti, Roberto Maroni e Luca Zaia, hanno avuto un percorso particolarmente tortuoso. Sono in tanti d’altra parte a considerarli costosi quanto inutili. In Lombardia il centrosinistra ha ipotizzato una spesa intorno ai 46 milioni di euro, la giunta lombarda ha però assicurato che si spenderà molto meno perché, per la prima volta, si ricorrerà al voto elettronico.

 

SE IL RISCONTRO SARÀ EVIDENTE, POSSIBILI NEGOZIATI CON IL GOVERNO
roberto-maroni-luca-zaia-referendum

Luca Zaia e Roberto Maroni, governatori di Veneto e Lombardia e primi sostenitori del referendum sull’autonomia

Qualunque sarà l’esito, almeno nell’immediato non accadrà nulla. Si tratta infatti di referendum consultivi per cui non è previsto neppure un quorum. È in altre parole una battaglia squisitamente politica.

Se i cittadini lombardi e veneti parteciperanno numerosi e manifesteranno chiaramente il loro desiderio di poter contare su maggiori forme di autonomia, si aprirà un tavolo col governo centrale in cui i rappresentanti delle due regioni avranno un forte potere negoziale. Se l’iter potrà proseguire, verrà poi elaborata una proposta di legge da presentare nei due rami del Parlamento che dovrà ottenere la maggioranza assoluta dei voti.

 

MAGGIORI RISORSE? SVILUPPO DELLE IMPRESE È PRIORITARIO

Insomma, nelle riflessioni di chi lo sostiene, il referendum rappresenta il grimaldello necessario per potersi presentare a Roma forti di un mandato elettorale inequivocabile. L’obiettivo finale, lungi dall’ottenere un’autonomia totale non prevista dalla nostra Costituzione, mira a mantenere sul territorio una parte maggiore delle entrate fiscali che ora vengono dirottate allo Stato centrale.

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.