La nuova passione dei vip: produrre vino in Puglia

vini-puglia-vip

È il momento della Puglia, un vero e proprio brand che si sta affermando non solo come meta turistica internazionale, l’estate 2017 ha registrato un vero e proprio exploit di presenze, compresa la star Madonna, ma anche come terra di vini. Il settore enologico pugliese è in grande fermento e lo confermano sia le ottime performance dei vini made in Puglia, sia il crescente interesse di personaggi famosi, stilisti, imprenditori verso il vino pugliese e la sua produzione. 

IL BOOM DELL’EXPORT DEL VINO PUGLIESE 

Il vino made in Puglia piace, e la conferma arriva da Coldiretti che giudica il 2016 come un anno davvero positivo per il settore enologico pugliese. Un + 18,2% nelle esportazioni  e un volume d’affari di 110 milioni di euro, questi i risultati del 2016. Sono 6 le IGP e 29 i vini pugliesi DOP che si stanno facendo apprezzare non solo in Italia ma in tutto il mondo, anche grazie alle firme dei loro produttori famosi, da Albano a Buffon. 

AL BANO E BRUNO VESPA TRA I PRIMI E I PIÙ CONOSCIUTI
al bano carrisi produce vini in Puglia

La cantina di Al Bano Carrisi, che si definisce cantante vignaiolo 

Tra i primi Vip a scoprirsi produttori di vino pugliese ci sono due nomi noti nel mondo dello spettacolo e della televisione: Al Bano Carrisi e il giornalista Bruno Vespa. Il primo nel giro di 6 anni è riuscito a trasformare le sue tenute a Cellino san Marco, nel Brindisino, da attività in perdita a ad azienda fiorente e con un bilancio di tutto rispetto. Il 2016 delle Tenute Al Bano Carrisi si è chiuso con un milione e mezzo di bottiglie vendute e 4,5 milioni di fatturato. Un drastico cambio di collaboratori, il general manager Sergio Angioi è l’uomo della svolta, e la scelta, criticata da alcuni, di entrare nel mondo della Gdo sono stati i due fattori fondamentali della crescita delle cantine di Al Bano. Il nome del cantante e una campagna di marketing adeguata hanno fatto il resto. E ora le Tenute Al Bano Carrisi guardano a un drastico ampliamento.

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.