Ferragamo: la responsabilità sociale corre via web

Salvatore Ferragamo responsabilità sociale

Il Gruppo Ferragamo ha dedicato una intera sezione del proprio sito alla responsabilità sociale

Salvatore Ferragamo, responsible passion. Si intitola così la nuova sezione del sito del gruppo Ferragamo interamente dedicata alla corporate social sesponsability. Nell’annunciare il lancio di questa nuova sezione e l’ottenimento della certificazione ISO 14064 da parte del Museo Salvatore Ferragamo, il gruppo conferma il proprio impegno nel campo della responsabilità sociale.

 

IL SITO PRESENTA I VALORI E LE INIZIATIVE
Salvatore Ferragamo responsabilità sociale

Grazie a una donazione del Gruppo Ferragamo otto stanze degli Uffizi sono state restaurate

Semplice ed elegante, la nuova sezione mostra agli stakeholder i principi e i valori etici sui quali si basa l’azienda e le diverse iniziative portate avanti nell’ambito della responsabilità sociale. Quattro macro categorie presentano i principi che regolano l’operato del gruppo (dalla tutela del Made in Italy al codice etico), l’attenzione verso le persone e in particolare verso i dipendenti, le iniziative a tutela dell’ambiente e quelle dedicate alla cultura. All’interno del sito si può anche scaricare il bilancio di sostenibilità 2015, redatto secondo le linee guida internazionali Global Reporting Initiative GRI – G4.

 

LA RESPONSABILITA’ SOCIALE DEL GRUPPO TOCCA MOLTI AMBITI

«Creatività, innovazione ed eccellenza artigianale, oltre che un profondo legame con il territorio, la cultura e le comunità locali sono da sempre valori fondanti del nostro Gruppo, sin dalla creazione ad opera di mio padre – commenta Ferruccio Ferragamo, presidente del Gruppo -. Oggi questi stessi valori hanno trovato un’ulteriore concretizzazione nel nuovo sito dedicato alla Corporate social responsability, oltre che nella certificazione ottenuta dal nostro Museo, a conferma del nostro grande impegno nella tutela dei luoghi dove operiamo e delle persone che lavorano per il nostro Gruppo».  L’impegno del Gruppo tocca quindi diversi ambiti: dal restauro e riapertura al pubblico di otto sale della galleria degli Uffizi, alle giornate di volontariato aziendale a favore di associazioni non profit, dal museo Ferragamo, primo museo aziendale green d’Italia, alle diverse iniziative volte a sostenere onlus come Faedesfa, che opera a favore dei bambini affetti da patologie rare.

@ludabis

 

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.