Lo sciopero di oggi? Vale due miliardi di euro (se tutte le donne aderissero)

donne-sciopero-lavoro

Se oggi tutte le donne aderissero in Italia allo sciopero promosso in occasione dell’8 marzo si brucerebbero due miliardi di euro.

 

AL LAVORO IN ITALIA CI SONO QUASI 10 MILIONI DI DONNE

A fare i conti è la Camera di commercio di Monza e Brianza, che ha calcolato il valore del lavoro quotidiano di 9,5 milioni di donne, tra dipendenti e imprenditrici. Se la protesta odierna riuscisse a fare il pieno di adesioni, le conseguenze sarebbero davvero enormi. E sarebbe dunque davvero difficile considerarla un successo, anche nonostante gli indiscutibili presupposti su cui poggia.

 

OGNI 100 POSTI DI LAVORO, 42 SONO OCCUPATI DA DONNE
donne-lavoro-sciopero

Se tutte le donne in Italia oggi “incrociassero le braccia” per lo sciopero, andrebbero in fumo due miliardi di euro

Il numero di donne al lavoro nel nostro Paese rappresenta (dato riferito al terzo trimestre del 2016) il 41,7 per cento del totale. Con differenze anche marcate tra regione e regione. Tra le più virtuose da questo punto di vista ci sono la Val d’Aosta, che ha un tasso di occupazione femminile del 45,5 per cento, e il Trentino Alto Adige (45,1 per cento). Terzo posto per l’Emilia Romagna con il 45 per cento.

Dall’altra parte della classifica, nel gruppo dei territori in cui la percentuale di donne al lavoro è dunque ancora molto bassa rispetto a quella degli uomini, il primato spetta alla Campania, il cui tasso di occupazione femminile è pari solo al 35 per cento. Meglio, ma davvero di un soffio, la Sicilia, con il 35,1 per cento. Segue sul “podio”, la Calabria con il 36,3 per cento.

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Bimag QUOTES

1 / 20
2 / 20
3 / 20
4 / 20
5 / 20
6 / 20
7 / 20
8 / 20
9 / 20
10 / 20
11 / 20
12 / 20
13 / 20
14 / 20
15 / 20
16 / 20
17 / 20
18 / 20
19 / 20
20 / 20

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.