Dopo le quote rosa, le quote giovani: Intesa Sanpaolo “pensiona” gli over 60

quote-giovani

Più che di “quote rosa”, l’Italia avrebbe forse bisogno di “quote giovani”. I cda delle grandi aziende sono zeppi di over 70 che non si sognerebbero mai di mollare la loro poltrona.

 

IL POTERE? NON LOGORA MAI

In un’età in cui le persone dovrebbero finalmente godersi – full time – le gioie della vita e degli affetti più cari, i nostri seniores pensano invece a dare continuità alla loro infinita brama di potere. Come se la vita andasse avanti fino a 200 anni. Il potere che ha come fine il potere stesso.

E chi se ne frega se a pagare il prezzo sono ovviamente le giovani (e meno giovani) leve che, nonostante gli sforzi, difficilmente riescono a sradicare dal proprio posto chi ha cementato la sua posizione nel corso degli anni.

 

LE AZIENDE COMINCIANO A FISSARE PALETTI SULLE ETÀ

carlo-messina-intesa-sanpaolo-quote-giovani

Carlo Messina, ceo di Intesa Sanpaolo

Ultimamente però qualche spiraglio di luce sembra cominciare a intravedersi. Un numero sempre più elevato di aziende comincia a mettere qualche paletto: un limite di età per essere eletti in cda o ricoprire ruoli particolari (e non).

Certo, se si considera che in alcune realtà bancarie la soglia è fissata a 75 anni, o addirittura a 77, risulta chiaro che c’è ancora un po’ di strada da fare.

 

IN INTESA SANPAOLO NIENTE INCARICHI OPERATIVI PER GLI OVER 60

Esistono però realtà decisamente più “coraggiose” su questo versante (o forse semplicemente più realiste). Carlo Messina, numero uno di Intesa Sanpaolo, ha fissato a 60 anni il limite per ricoprire incarichi operativi in azienda. Una scelta che merita senz’altro molta attenzione. Oltretutto lo stesso Messina di anni ne farà 56 quest’anno e dunque il suo stesso orizzonte professionale sembra aver una data di scadenza piuttosto ravvicinata.

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.