L’ascensore sociale in Italia è rotto: (anche) per questo le nostre startup non vincono

startup-ascensore sociale

In Italia si fa un gran parlare di startup, ma è vera gloria? Dare il via a un’idea innovativa, grazie ai mezzi di oggi, è più facile che in passato. Il budget richiesto può essere davvero contenuto. Ma quanti giovani imprenditori sono in grado di mantenere lo sprint iniziale, sviluppare l’attività e creare vero business e posti di lavoro?

 

NON ESISTE PIÙ LA PERCEZIONE DELLE CLASSI SOCIALI

Pochi, pochissimi. Secondo Assolombarda a soli tre anni dalla fondazione due startup su dieci già chiudono i battenti. In Germania sono la metà, per fare un esempio.

E tra le cause di questa mancanza di dinamismo c’è chi mette sul banco degli imputati la scala sociale (rotta) presente in Italia, che non permette ormai da tempo di spostarsi in una fascia superiore grazie alle proprie qualità e al proprio impegno. Di più: si è persa la percezione stessa delle classi sociali, non se ne intravedono più i confini. E per i giovani le prospettive di crescita sono sempre più fumose.

 

LA STARTUP NON ENTRA NELL’IMMAGINARIO DEI RAGAZZI: NON È UN MITO

scala sociale-startup

L’ascensore sociale in Italia è ormai fermo 

Molto interessante su questo tema la posizione di Giuseppe de Rita, presidente del Censis, riportata dal Corriere della Sera. «Quali sono i miti oggi – si domanda –? Prendiamo la fascia di età che va dai 14 ai 29 anni. Al primo posto ci sono i social network, all’ultimo posto ci sono le startup digitali. In Italia la startup non entra nell’immaginario sociale dei ragazzi: non è un mito. L’ascensore sociale funziona se c’è il carburante e il carburante in questi casi è immaginare un luogo del futuro dove stare. Il lavoro autonomo, la casa, la seconda casa, la libera impresa, sono tutti meccanismi di immaginario sociale che i ragazzi non hanno più e questo fa sì che l’ascensore sociale non solo sia fermo ma anzi si stia comprimendo, perché lo spazio di immaginario del nuovo fa fatica a emergere».

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.