Smart working: soldi e incentivi, la legge arriva in Senato

Il disegno di legge sul lavoro autonomo approvato dal consiglio dei ministri lo scorso fine gennaio, ha appena iniziato il suo iter parlamentare in commissione Lavoro del Senato.

 

Smart-working-casa

Meno discrimazioni per chi lavora da casa

IL “LAVORO AGILE”? SIA IN AZIENDA CHE FUORI
La seconda parte di questo provvedimento è dedicata al cosiddetto “smart working”, ovvero una prestazione di lavoro subordinata che può essere svolta in parte in azienda e in parte fuori, in qualsiasi posto, grazie all’utilizzo di strumenti tecnologici e con i limiti di orario previsti dalla contrattazione collettiva.
Le novità sul “lavoro agile” (per dirla con lo stesso linguaggio del disegno di legge), saranno essenzialmente tre.

 

STESSO TRATTAMENTO ECONOMICO
Innanzitutto questo tipo di lavoro dovrà godere dello stesso tipo di trattamento economico e normativo che viene applicato a chi lavora all’interno dell’azienda con mansioni analoghe.
Dovranno inoltre essere applicati per gli smart worker i medesimi incentivi fiscali e contributivi eventualmente riconosciuti per gli aumenti di produttività e efficienza del lavoratori subordinati “tradizionali”.

 

smart-working-sicurezza

Tutelato il rischio degli infortuni sul lavoro

PARITÀ ANCHE SU SALUTE E SICUREZZA
Infine, dovranno essere previste tutele del tutto simili a quelle che riguardano i personale interno anche sui versanti di salute e sicurezza sul lavoro. «Il datore di lavoro – si legge nel testo del disegno di legge – garantisce la salute e la sicurezza del lavoratore che svolge la prestazione in modalità di lavoro agile». E ancora: «Il lavoratore ha diritto alla tutela contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali dipendenti dai rischi connessi alla prestazione lavorativa resa all’esterno dei locali aziendali».
Non resta dunque che attendere il passaggio parlamentare, che rischia però di non essere privo di conseguenze per il testo del provvedimento. Tutto da chiarire, ad esempio, rimane l’aspetto legato agli incentivi previsti per gli smart worker e le modalità di accesso alle risorse.

gianmarco.gallizzi@bimag.it

Bimag QUOTES

1 / 20
2 / 20
3 / 20
4 / 20
5 / 20
6 / 20
7 / 20
8 / 20
9 / 20
10 / 20
11 / 20
12 / 20
13 / 20
14 / 20
15 / 20
16 / 20
17 / 20
18 / 20
19 / 20
20 / 20

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.