Manager senza lavoro? Ok le competenze, ma senza proattività non c’è futuro

retemanager-licenziato

«Quando qualcuno perde il lavoro non deve ritrovarsi solo. Altrimenti prevalgono solitudine e frustrazione. È fondamentale “un accompagnamento”, la creazione di un rapporto stretto che contribuisca a rimettere in moto la persona. Perché in una fase così particolare è facile che si venga schiacciati dalla situazione e ci si blocchi, o addirittura si pensi di non avere più speranze».

Il dramma di arrivare intorno ai 50 anni con un’ottima posizione professionale e un adeguato stipendio, e perdere tutto in un attimo. A spiegarlo a BiMag è Alberto Sportoletti, amministratore delegato di una società di consulenza, la Sernet, molto attiva nel campo delle ristrutturazioni aziendali. Parte del suo tempo, assieme a un’ottantina di altri volontari, lo dedica però a Retemanager, di cui è presidente.

 

RETEMANAGER AIUTA I DIRIGENTI CHE HANNO PERSO IL LORO LAVORO
Alberto-sportoletti-retemanager

Il presidente di Retemanager, e amministraotre delegato di Sernet, Alberto Sportoletti

Si tratta di un’iniziativa non-profit nata nel 2006 allo scopo di dare una chance di rilancio a manager e imprenditori che a un certo punto della loro vita incontrano un momento di seria difficoltà.

«Lo scopo principale non è però trovare lavoro alle persone. Questo capita in un numero limitato di casi. L’obiettivo è soprattutto “riattivare” chi si rivolge a noi, in modo che possa riconquistare motivazioni e sia in grado di cercare nuove opportunità professionali con maggiore determinazione. Nell’80 per cento dei casi sono loro stessi a trovare autonomamente lavoro dopo essersi rimessi in moto grazie ai nostri tutor».

 

TROPPO SPESSO SI SBAGLIA ATTEGGIAMENTO

Sì, perché il lavoro dev’essere un punto di arrivo alla fine di un percorso umano che non può essere eluso: «A volte la causa della perdita del lavoro non è “il sistema” che ci è ostile, ma siamo vittime di un nostro atteggiamento sbagliato, che va cambiato. Altrimenti il rischio è che, pur avendo trovato un’occupazione alternativa, dopo sei mesi ci si trovi di nuovo al punto di partenza».

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 1234

Bimag QUOTES

1 / 20
2 / 20
3 / 20
4 / 20
5 / 20
6 / 20
7 / 20
8 / 20
9 / 20
10 / 20
11 / 20
12 / 20
13 / 20
14 / 20
15 / 20
16 / 20
17 / 20
18 / 20
19 / 20
20 / 20

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.