Fumagalli (Candy): manager e rischio? Un connubio oggi molto più forte che in passato

«Una volta si faceva un investimento alla volta, con estrema oculatezza, e con un tempo di valutazione davanti a sé di due o tre anni. Oggi si lanciano contemporaneamente dieci progetti, sapendo fin da subito che sette o otto saranno “a perdere” e soltanto uno –  due se si è fortunati – vedrà una realizzazione sul mercato». Per le aziende i concetti di tempo e velocità sono radicalmente trasformati. Lo sa bene Beppe Fumagalli, ceo di Candy, che a BiMag descrive scenari in cui il fermento, grazie anche alla rivoluzione digitale, è ormai la regola.

 

SPINGERE SULL’ACCELERATORE ANCHE QUANDO IL QUADRO È POCO CHIARO

«Il manager oggi deve essere una persona molto più disposta a rischiare che in passato, e chi sta sopra di lui deve saper accettare questo rischio». In alcuni casi è come lavorare – letteralmente – al buio: «Bisogna avere il coraggio di spingere sull’acceleratore anche quando il quadro di riferimento non è del tutto chiaro. D’altra parte oggi nessuno può più avere un’idea precisa di ciò che sarà il mercato tra qualche anno». Per chi vuole continuare a lavorare solo su certezze e dati acquisiti forse i tempi sono maturi per ripensare la propria vita professionale: fare il manager oggi significa spesso non avere riferimenti stabili.

 

LA CAPACITÀ DI REAZIONE FA LA DIFFERENZA

beppe-fumagalli-candy

Beppe Fumagalli, ceo di Candy, nel corso del suo intervento all’evento di Business International

«Servono persone che sappiano interpretare il cambiamento in tempi più stretti. È la capacità di reazione a fare la differenza. Ma attenzione: non va intesa solo come risposta a una necessità di mercato, ma anche e soprattutto come abilità nell’anticipare i nuovi trend», sottolinea il manager poco prima di salire sul palco per il suo intervento a Inspiring Leaders. Executive Summit 2017, il tradizionale meeting organizzato da Business International a Milano.

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.