Nessuno è diverso: giornata mondiale della sindrome di Down

Nessuno è diverso. Nessuno ha bisogni speciali. Questo è il fil rouge della giornata mondiale della sindrome di Down in calendario per il 21 marzo. La campagna lanciata dalla onlus CoorDown in occasione della giornata è dedicata al tema dell’inclusione delle persone affette dalla trisomia 21 nella vita della collettività.

In occasione della giornata mondiale della sindrome di Down 2017 CoorDown ha voluto puntare l’attenzione sul fatto che le persone affette dalla trisomia 21 hanno gli stessi bisogni di tutti: poter ricevere un’istruzione adeguata e trovare un lavoro, riuscire ad avere una casa dove poter vivere, avere amici e una relazione sentimentale, praticare sport e uscire a divertirsi. Not special needs, just human needs. Questo è lo slogan della campagna: anche le persone disabili hanno le stesse esigenze nostre, da questo bisogna partire. 

 

LA CAMPAGNA PER LA GIORNATA MONDIALE DELLA SINDROME DI DOWN
giornata mondiale sindrome Down laureen potter

Laureen Potter, attrice e protagonista del video della campagna

La campagna per la giornata è stata realizzata in collaborazione con l’agenzia di pubblicità Publicis New York, che ha optato per un tono di voce diverso da quello che solitamente caratterizza il non profit.  «Abbiamo scherzato sul termine special needs per mettere in risalto quali siano i veri bisogni delle persone con sindrome di Down». Così descrive la campagna Luca Lorenzini, executive creative director di Publicis New York, aggiungendo «E ci siamo anche divertiti».

Il risultato? Un piccolo film girato a HollywoodNot Special Needs, questo è il titolo del lavoro,  è diretto da Wayne McClammy e ha tra i protagonisti Lauren Potter, attrice ventisettenne con sindrome di Down già nota al pubblico soprattutto per l’interpretazione del Becky Jackson in Glee, la fortunata serie musicale trasmessa da Fox.

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.