Gucci si fa mecenate: sfila a Firenze e restaura il giardino di Boboli

gucci-sfilata-Giardino-Boboli-Firenze-

Per un no che si riceve da una parte c’è sempre un sì pronto dall’altra. Se Atene ha rifiutato a Gucci la sfilata all’interno dell’acropoli greca, la storica maison di moda fiorentina torna alle origini e sceglie proprio Firenze per la sfilata della collezione Gucci Cruise (la più importante dell’anno).

 

GUCCI SI FA MECENATE E SFILA A FIRENZE

Gucci si fa mecenate: sfila a Firenze e restaura il giardino di Boboli

Gucci si fa mecenate: sfila a Firenze e restaura il giardino di Boboli

Dall’acropoli di Atene alla corte dei Medici: il 29 maggio 2017, Gucci sfila nella Galleria Palatina di palazzo Pitti, una location d’eccezione che mai, nella sua storia, ha ospitato un evento come la presentazione di una collezione di abiti. Un defilè (che segue quelli di New York e Londra) di fronte a grandi capolavori del Rinascimento, dai quadri del Botticelli a quelli del Ghirlandaio, dal Pontormo a Rubens. Solo 380 gli ospiti, non uno di più, per la sicurezza e l’inviolabilità della location storica.

Gucci si fa, dunque, mecenate e dona due milioni di euro (nell’arco di un triennio) alle Gallerie degli Uffizi per il restauro del giardino di Boboli a Firenze. L’iniziativa rientra nel progetto Primavera di Boboli che (promosso dal ministero dei Beni Culturali e patrocinato dal comune di Firenze) prevede una partnership con le Gallerie degli Uffizi per il restauro e la riqualificazione e del patrimonio botanico del Giardino di Boboli, l’area verde di palazzo Pitti, che risale, nella sua parte più antica al Cinquecento e che, ogni anno, accoglie un milione di visitatori.

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.