Il Made in Italy che piace? La moda di lusso: Gucci re dei brand italiani

gucci-brand-tim-enel-made-italy

È la moda del Made in Italy a fare grande l’Italia nel mondo. Gucci è il re dei brand tricolore. La maison fiorentina, infatti, è il brand italiano di maggiore valore, con un brand value di 16,3 miliardi di dollari.

 

GUCCI IL RE DEI BRAND ITALIANI

Il Made in Italy che piace? La moda di lusso: Gucci re dei brand italiani

Gucci è il re dei brand italiani

È quanto rivela la classifica realizzata da WPP e Kantar Millward, che elenca i 30 marchi del Made in Italy più preziosi del BelPaese in base al valore. Gucci, Tim ed Enel: sono questi i tre marchi di maggior valore che la Penisola può vantare. La medaglia d’argento, dunque, va a Tim con un valore di 9,3 miliardi di dollari. Sul terzo gradino del podio c’è Enel, con 7,4 miliardi di dollari di brand value. Al quarto posto si posiziona Kinder con 6,9 miliardi. Prada completa la Top 5 con quattro miliardi.

 

LA MODA DI LUSSO PIACE AL MONDO

È la moda di lusso targata Made in Italy la vera protagonista della classifica. Oltre alla maison dalla doppia G, nell’elenco ci sono anche Prada, Armani, Bottega Veneta, Bulgari, Fendi e Ferragamo, che, complessivamente, contribuiscono con 28,9 miliardi di dollari al brand value totale della classifica. Lusso tricolore è sinonimo anche di Ferrari, che si posiziona al sesto posto nella Top Ten. Nel settore automotive compaiono anche Fiat al 21esmo posto e Pirelli al 27esimo gradino del podio.

 

SUL PODIO ANCHE TIM ED ENEL

Dici Made in Italy e pensi alle eccellenze agroalimentari della Penisola. I marchi del food contano per circa il 15% del valore di brand complessivo (13,1 miliardi di dollari). Tra i sei brand in classifica, tre sono di Ferrero: Kinder, Nutella e Ferrero Rocher. In generale, il valore complessivo dei brand elencati nella Top 30 italiana di BrandZ è pari a 85,3 miliardi.«L’ingegneria, il design e la creatività propri dell’Italia stanno sostenendo marchi italiani di livello mondiale, vecchi e nuovi», commenta David Roth, ceo Emea e Asia, The Store Wpp. «La Top 30 italiana di BrandZ riflette la tradizione di questo Paese, fatta di imprese produttive, di riconosciuta esperienza nel loro settore, di professionalità con grande visione e determinazione, nel caso di beni quotidiani come la pasta Barilla, o degli abiti e accessori più esclusivi, come nell’alta moda, o ancora dell’ingegneria più sofisticata necessaria per creare l’ultimo modello Ferrari o un nuovo yacht, o per distribuire servizi all’avanguardia di comunicazione o pubblica utilità come Tim ed Enel».

@82valentinas

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.