Sono “buoni dentro” i panettoni realizzati dai ragazzi del carcere Beccaria

panettoni-buoni-dentro-carcere-beccaria

Buoni dentro. Un nome che dice molto di più di quello che mostra. Non nome commercialmente accattivante per riuscire a vendere, ma il segno di un progetto di riscatto sociale. Si chiamano “Buoni dentro” e sono i panettoni creati dai detenuti del carcere minorile Beccaria di Milano, venduti in questi giorni proprio nell’atrio del tribunale dei minori. 

 

IL PROGETTO BUONI DENTRO 
buoni dentro panettoni carcere

La cooperativa Buoni dentro è nata nel 2015

Il progetto Buoni dentro nasce nel 2015 ed è una delle tante iniziative che stanno fortunatamente nascendo all’interno delle carceri per offrire ai detenuti la possibilità di trovare dignità, fiducia in se stessi e una modalità diversa di vivere la società, il tutto attraverso l’apprendimento di un mestiere. La cooperativa Buoni dentro si occupa di giovani, di coloro che più di altri hanno bisogno di trovare una nuova strada, di capire che quel positivo che ognuno ha dentro, di qui il nome della cooperativa, può essere portato in superficie.

I giovani detenuti del Beccaria hanno nella maggior parte dei casi storie drammatiche alle spalle, situazioni familiari e personali che li hanno portati a sbagliare. Nella vita tutti hanno diritto a una seconda possibilità, ecco il perchè del progetto Buoni dentro, che ha visto la nascita di un laboratorio di panificazione all’interno del Beccaria. Un progetto con una mission ben definita: riuscire attraverso l’apprendimento di un mestiere e la fatica del lavoro a dare una speranza a chi l’ha persa troppo giovane o a chi non l’ha mai avuta. 

 

I PANETTONI MADE IN CARCERE 

Non è facile fare un panettone. Ci vogliono tecnica, precisione, pazienza. Tanta pazienza per avere una lievitazione giusta. I ragazzi del Beccaria che partecipano al progetto lo sanno. Anche questo può essere visto come il segno della loro rinascita. Fare fatica, metterci passione e avere la pazienza di aspettare. Tutto serve a capire che la soddisfazione nella vita si raggiunge impegnandosi. 

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.