Galatea, il gelato alla menta torna verde: ma il colore è naturale

gelato-menta-galatea

L’anice? Blu. La menta? Verde. C’è stato un tempo in cui ai gelati si abbinavano colori non reali, ma che nell’immaginario sarebbero diventati standard. Con la fuga dalla chimica  e dai coloranti, i gelati hanno talora assunti tinte smorte,  poco d’appeal per il consumatore. Come il gusto menta, diventato bianco o giallino. Ma oggi c’è chi li riaccende: con toni però naturali. Galatea, azienda leader nel settore dei semilavorati per il gelato e la pasticceria artigianale, ha presentato al Sigep la prima menta verde. Naturale

 

MENTA PIEMONTESE E IL COLORE VERDE DATO DA SPIRULINA ED ESTRATTI VEGETALI

Stefano Pillot, titolare di Galatea, azienda che realizza semilavorati per gelato artigianale

Stefano Pillot, titolare di Galatea

«Oggi la menta verde è fatta con coloranti chimici – spiega Stefano Pillot, titolare di Galatea –. Noi l’abbiamo resa di nuovo verde utilizzando vegetali che danno questa colorazione. Usiamo estratto di alga spirulina, che è blu, e cartamo, una pianta profumata di colorazione gialla. Combinati insieme, si crea una reazione tra il blu e giallo che dà il verde. L’idea di una menta verde naturale segue il nostro filone di non usare coloranti».

Il gelato alla menta verde naturale è stato lanciato quest’anno e presentato al Sigep. La materia prima di base è la menta piemontina, con olio essenziale di menta piemontese. «Ogni anno cerchiamo di evolvere il prodotto. Per altri gusti che conterranno il verde, dal kiwi al lime, useremo questa tecnica. Il nostro business è mantenere trasparenza in etichettatura e la più alta coerenza artigianale possibile. Galatea è tredici anni che lavora su questi concetti. Abbiamo forse il know how più all’avanguardia, anche se siamo una piccola azienda».

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 123

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.