L’Università di Pechino sbarca in Bovisa: ricerca e innovazione assieme al Politecnico

pechino-bovisa-milano

Lo Tsinghua University di Pechino punta su Milano, la sede del suo hub europeo per la ricerca e l’innovazione sarà all’interno della Bovisa Tech.

 

UNIVERSITÀ COLLEGATA A TUSSTAR, IL MAGGIORE INCUBATORE AL MONDO

Una scelta quasi scontata, che rappresenta l’approdo della partnership con il Politecnico di Milano, che proprio in Bovisa ha sviluppato il suo nuovo polo di ingegneria, design e startup.

A Milano dunque è l’ora di TusStar (che ha nella Tsinghua University il suo braccio operativo), il più grande incubatore al mondo, con oltre cinquemila realtà, 30 delle quali già sbarcate in Borsa. A questo gruppo, presente in in tutto il mondo, mancava soltanto una base all’interno dell’Unione europea. Ora non più.

 

NASCE UN POLO DI ATTRAZIONE PER GLI INVESTIMENTI CINESI

startup-pechino-bovisa-politecnico

Collaborazione Italia-Cina a Milano sul versante di ricerca e innovazione

Grazie ai 23mila metri quadrati a disposizione, TusStar potrà lavorare gomito a gomito col Campus Bovisa del Politecnico per creare una piattaforma di attrazione di investimenti cinesi in innovazione.

I due atenei collaboreranno in particolare sul versante della ricerca. Tra gli obiettivi anche quello di aumentare il numero di aziende incubate, con la presenza di realtà sia italiane che cinesi.

 

IL MODELLO SARÀ QUELLO DEL DISTRETTO

«Si procede sul modello del distretto – spiega al Sole 24 ore il presidente della Fondazione Politecnico di Milano, Gianantonio Magnani – aggiungendo nuovi soggetti in grado di portare contributi per innovare. Noi stessi come Polihub puntiamo a crescere, e in zona per fortuna ci sono ancora spazi disponibili per farlo».

@BusinessPmi

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.