Dalla Cina arriva il riso coltivato in mare

riso-coltivazioni-cina

Primo  Paese produttore di riso in Europa. L’Italia vanta anche questa leadership. Ma il settore è sempre più minacciato. Da una parte i prodotti a dazio zero dell’Estremo Oriente, che invadono i mercati e deprezzano le nostre varietà di qualità. Ora arriva anche il riso cinese coltivato in mare, che getta ulteriori ombre per il futuro.

 

IL RISO ITALIANO SOTTO SCACCO PER L’INVASIONE DI QUELLO CAMBOGIANO E BIRMANO A DAZIO ZERO

Un presidio di Coldiretti a tutela del riso italiano (Foto Salerno/NewPress)

Una manifestazione di protesta di Coldiretti a tutela del riso italiano (Foto Salerno/NewPress)

Alla recente 41esisma edizione della Fiera in Campo, la più importante manifestazione a livello nazionale per la filiera risicola, organizzata da Angai Giovani di Confagricoltura, si è lanciato l’ennesimo allarme. L’Italia è sempre più minacciata dalla concorrenza dei prodotti provenienti da Cambogia e Myanmar, che beneficiano di dazi zero grazie all’iniziativa dell’Unione Europea Everything but arms (Tutto fuorché le armi), che concede l’accesso senza barriere e contingentamenti a tutti prodotti provenienti dai Paesi in via di Sviluppo.

Prodotti tutt’altro che ineccepibili sotto il profilo della sicurezza alimentare, visto che utilizzano diserbanti e insetticidi da noi vietati da anni, con ricorso alla manodopera minorile, accusa Anga. E che deprezzano la nostra produzione. Il governo ha cercato di mettere una pezza con il decreto che ha imposto per il riso  la tracciabilità in etichetta contro la diffusione di prodotti anonimi. Il provvedimento prevede che sulla confezione debbano essere indicati il Paese di coltivazione del riso, di lavorazioneconfezionamento. Il decreto è adottato per due anni, in base al regolamento Ue sulle informazioni al consumatore approvato nel 2011. Che consente agli Stati membri, in via sperimentale, di adottare norme di etichettatura d’origine più estese rispetto alla disciplina comunitaria.

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.