La pizza di Cracco non piace ai napoletani, ma Sorbillo la difende

pizza-di-Cracco-ph-scattidigusto

Non l’hanno assaggiata, non si sono neanche preoccupati di capire quali fossero gli ingredienti, ma sono subito insorti contro quella che a detta loro è un affronto alla vera pizza margherita. Che i napoletani, e i pizzaioli in primis, siano pronti a difendere con orgoglio e un pizzico di presupponenza la loro pizza è cosa nota, e lo sanno bene tutti coloro che, a partire da Simone Padoan e Renato Bosco in avanti, hanno avviato il filone della pizza gourmet. Stavolta è Cracco nel mirino dei puristi della pizza napoletana. La sua pizza, presente in carta al Caffè del suo nuovo locale in Galleria a Milano, ha tre grossi difetti: viene chiamata margherita, senza essere preparata secondo il disciplinare, costa troppo e soprattutto è brutta a vedersi. 

 

LA PIZZA DI CRACCO GIUDICATA DA UNA FOTO 
pizza di Cracco

La pizza di Cracco (ph Scatti di Gusto)

La ormai famosa pizza di Cracco è stata assaggiata e raccontata da Scatti di gusto che, dopo aver anticipato tutti con la foto del menù del ristorante a poche ore dall’inaugurazione, stavolta ha colto nel segno con la recensione della pizza di Cracco. Recensione accompagnata, a onor del vero, da una foto pessima. La classica immagine di chi fotografa velocemente con lo smartphone il piatto che sta per mangiare. Il risultato alla vista non ha oggettivamente nulla di invitante: una base che sembra un cracker svedese, tanto sugo di pomodoro e fette spesse di mozzarella. 

La foto, come spesso accade con tutto ciò che viene dato in pasto al web, diventa virale e il giusto gancio per riuscire a far polemica e umorismo al tempo stesso. 

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.