La plastica del futuro? Sarà fatta con il fango (e si produce in casa)

b-plas-bioplastica-fango-università-bologna-economia-circolare

La plastica del futuro? Sarà fatta con il fango e si potrà produrre direttamente in casa.

 

BIOPLASTICA DAL FANGO

La plastica del futuro? Sarà fatta con il fango (e si produce in casa)

La plastica del futuro? Sarà fatta con il fango

La soluzione innovativa nasce a Bologna. Si chiama B-Plas il progetto nato dalla collaborazione tra l’università bolognese, le due aziende italiane Caviro Distillerie Srl e Sabio Srl e l’ungherese Pannon Pro Innovations. B-Plas punta a produrre un particolare tipo di poliesteri, detti PHA (poliidrossialcanoati), sfruttando il carbonio residuo contenuto nei fanghi provenienti da impianti di trattamento pubblici e privati (come il trattamento tradizionale delle acque reflue, il biogas, gli impianti di fermentazione e in altri materiali di scarto).

 

DAGLI SCARTI UNA RISORSA

Un’idea che si basa sui principi dell’economia circolare. «Il vantaggio di questa scoperta – spiega al Corriere di Bologna Cristian Torri, professore di Chimica che ha seguito il progetto – è che nonostante la bioplastica prodotta abbia un valore molto elevato, il costo di produzione è ridotto perché vengono usati materiali che normalmente le grandi industrie scarterebbero. E la materia prima non mancherebbe: una famiglia europea produce mediamente 500 chili di materiale di scarto tra cibo e sostanze solubili all’anno, mentre le aziende ne producono molto di più».

 

MATERIALE PLASTICO FATTO IN CASA

L’obiettivo per il futuro punta a un progetto ancora più ambizioso: arrivare alla possibilità di produrre in casa la bioplastica. «In futuro vorremmo che questa tecnica diventasse possibile anche a livello domestico. Contando sull’appoggio del mondo dei costruttori e della tecnica stampa in 3D, infatti, si potrebbe produrre materiale plastico a chilometro zero, direttamente in casa propria».

@82valentinas

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.