Lift-Bit, il divano modulare inventato dal prof italiano dell’Mit

È stato premiato all’ultima Design Week a Milano e sta riscuotendo consensi in tutto il mondo. Anche perché a crearlo è stata la società di Carlo Ratti, architetto italiano che lavora all’MIT di Boston, una delle più importanti università del mondo, dove dirige un gruppo di ricerca sull’impatto delle nuove tecnologie sulle città. L’ultima invenzione si chiama Lift-Bit: un divano “modulare” composto da esagoni regolabili, che possono essere incastrati in modi diversi e soprattutto alzati a differenti altezze. Si comanda tramite un’app dedicata che può fargli assumere forme di ogni tipo. E così da divano può diventare anche un letto, una chaise-long, più divanetti, una poltrona e molto altro.

 

LIFT-BIT, MODULI PRE-ORDINABILI ONLINE: ECCO IL PREZZO
Il divano modulare Lift-Bit

Il divano modulare Lift-Bit è stato presentato a Milano

Disegnato dalla Carlo Ratti Associati con il supporto di Vitra e presentato durante il Salone del Mobile, Lift-Bit utilizza il cosiddetto Iot (Internet of Things, “Internet delle cose”) per rimodulare gli sgabelli imbottiti a forma di esagono di cui si compone: ognuno di loro è motorizzato e attraverso l’applicazione può essere sollevato o abbassato a seconda del desiderio.

Sul sito di Lift-Bit è possibile preordinare i moduli e anche giocare con il configuratore con cui immaginarvi tutte le disposizioni possibili degli sgabelli. Certo, l’innovazione e la ricerca costano: ognuno di essi parte dal prezzo di 459 dollari. Contando che per fare un divano ce ne possono volere una decina, fate i vostri conti. Ma ne può valere la pena eccome.

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Bimag QUOTES

1 / 20
2 / 20
3 / 20
4 / 20
5 / 20
6 / 20
7 / 20
8 / 20
9 / 20
10 / 20
11 / 20
12 / 20
13 / 20
14 / 20
15 / 20
16 / 20
17 / 20
18 / 20
19 / 20
20 / 20

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.