Marchionne vicino all’addio: il nuovo numero uno? Per Fca si “costruisce” in casa

marchionne-fca

Il 2019 è ormai dietro l’angolo. Sono, questi, gli ultimi mesi da plenipotenziario in Fca per Sergio Marchionne, che negli scorsi mesi ha annunciato la sua decisione di lasciare il ruolo di amministratore delegato della casa automobilistica italiana.

 

NIENTE SHOPPING (COSTOSO) IN CASA D’ALTRI

Questo manager sessantacinquenne ha fatto raggiungere risultati enormi all’azienda, è innegabile. Tanto lavoro, tanto carisma e, com’è giusto che sia, anche tanta fortuna.

E adesso, come si sostituisce un pezzo grosso come lui? Beh, la soluzione più scontata potrebbe essere quella di fare scouting tra i grandi nomi dell’industria mondiale, comporre una short list di candidati, dare un ordine di preferenze e poi mettere sul tavolo una montagna di soldi per cercare di strappare il manager dei sogni alla concorrenza.

 

SELEZIONE RIGOROSA TRA I MANAGER DELLA PRIMA LINEA

john-elkann-marchionne-fca

John Elkann, presidente di Fca

Si punta dunque sul primo della lista, poi se va male si tenta col secondo, eventalmente col terzo e così via. Abbassando via via le aspettative e magari aumentando la posta in gioco.

Oppure, ed è quello che con tutta probabilità si apprestano a fare in Fca, si cerca di individuare il nuovo leader operativo cercandolo in casa, anzi in azienda. Puntando su qualche manager della prima linea, già pronto e adatto a fare il grande salto.

«Siamo fiduciosi che uno di essi diventerà il successore di Sergio», spiega il presidente John Elkann al giornalista del Corriere della Sera.

 

SCELTA CORAGGIOSA O SAGGIA?

Una scelta coraggiosa e allo stesso tempo molto saggia. Sì, perché se è vero che c’è sempre una buona dose di rischio nell’affidare un compito tanto impegnativo a una sorta di outsider, seppur dotato di solido curriculum, d’altra parte può rivelarsi vincente dare credito a chi da tempo conosce la realtà aziendale di cui si appresta a diventare amministratore delegato. Tanto tempo guadagnato; e in certi casi, a questi livelli, può fare la differenza.

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.