Dal recruiting alla talent supply strategy: +861% di hiring trend a Fater

Fater-Talent-Supply-Strategy

Fino al 2013 vendevano “solo” pannolini e salviettine per bambini Pampers, assorbenti e salvaslip Lines e tamponi Tampax. Poi il grande salto sui mercati di tutto il mondo con l’acquisizione del marchio Ace (candeggina e prodotti per la pulizia della casa), distribuito in 39 paesi.

«Siamo passati – spiega Gianluca Nardone, responsabile delle risorse umane del gruppo Fater dal 2013 – da 900 a 1600 dipendenti. Fino a 4 anni fa i nostri collaboratori avevano tutti una stessa cittadinanza: oggi nel nostro gruppo ci sono persone con 10 nazionalità differenti». La domanda sorge spontanea: come ha fatto Fater, joint venture fra il gruppo Angelini e Procter&Gamble, a trovare le risorse giuste?

 

DAL RECRUITING ALLA TALENT SUPPLY STRATEGY

Gianluca Nardone, responsabile HR di Fater dal 2013

Gianluca Nardone, responsabile HR di Fater dal 2013

La Fater di oggi è un’azienda presente in tutto il mondo: accanto al quartier generale di Pescara, dove ha sede lo stabilimento per i prodotti assorbenti, possiede impianti produttivi a Gezbe, Mohammedia, Porto e diverse sedi legali, rispettivamente in Marocco, Turchia, Portogallo, Romania e Russia.

«Il nostro “hiring trend” è pari all’861 per cento – prosegue Nardone, ospite di LinkedIn Italia a Milano per il DayIn –. Per questo abbiamo sostituito l’attività di recruiting tradizionale, incentrata sul fabbisogno, con una “talent supply strategy” mirata ad anticipare le attività di ricerca». Proattività, “employer branding” e nuova cultura aziendale fondata sull’integrazione sono i capisaldi di questa strategia indirizzata soprattutto ai giovani talenti.

 

LA PROPOSTA DI FATER: SI ENTRA IN AZIENDA GIOVANI E SI CRESCE

«In Fater si entra giovani e si cresce professionalmente, anche fino ad arrivare ad occupare posizioni apicali», sottolinea Nardone. Per questo, da anni, l’azienda ha deciso di avere un rapporto privilegiato con i più giovani, incontrandoli nelle università (il prossimo 7 novembre, ad esempio, è in programma il “Career Day” all’università Bocconi di Milano) oppure online attraverso il portale ufficiale e i social media.

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.