Dopo il food truck il music truck. Quelli dell’Ape, funky anticrisi

Quelli-dell'Ape-musica-Brescia

Food truckcibo di strada? Di gran moda, certamente. Ora arriva anche il music truck, 100% “Born in Brescia”: un Ape Piaggio del 1989, la voce di Emanuele Goffi detto Ema, il basso di Andrea Massetti detto Cichi e la chitarra di Manuel Pelati detto Pela. A suon di reggae, funky, pop e swing hanno conquistato le feste del Nord Italia.

La loro formula? “Formula sciallo”, racconta Emanuele, classe 1981 a BiMag in un’intervista in due puntate: niente frenesia, poche spese di gestione e tanti watt per tutti coloro che vogliono fare festa. Ecco la loro impresa musicale on-the-go.

 

Ema, come vi definite?

Dal 2014 il trio di Quelli dell'Ape gira il Nord Italia

Dal 2014 il trio di Quelli dell’Ape gira il Nord Italia

«”L’anticrisi” per eccellenza. Oggi chi organizza concerti deve occuparsi di acquisto, manutenzione e noleggio degli impianti audio e luci, piuttosto che dell’ausilio di un fonico che curi mixer e volumi durante lo spettacolo. A Quelli dell’Ape basta trovare una presa da 220 Volt! L’Ape, poi, ha consumi commisurati alla propria velocità, decisamente ridotta, e l’organico è allo stretto indispensabile: voce, chitarra, basso».

 

Questo è Quelli dell’Ape anno 2017. Come nasce la vostra impresa on-the-go?

Primi 70 anni per l'Ape: Piaggio iniziò a produrlo nel 1948

Primi 70 anni per l’Ape: Piaggio iniziò a produre il veicolo nel 1948

«Quelli dell’Ape nasce nel 2014, dopo anni di lunghe trasferte ventennali in giro per l’Italia con le nostre rispettive cover band. La fatica e le nottate trascorse a far mattina cominciavano a ripercuotersi pesantemente sui nostri fisici, non più tonici e inossidabili come un tempo. Il nostro obiettivo primario era quello di ridurre fortemente il raggio d’azione degli spostamenti: volevamo proseguire dare vita a un progetto originale, easy (poche menate, decisioni veloci, solo tre teste da mettere d’accordo), ma non per questo meno appassionato. E volevamo mantenere quella fantastica sensazione di relax spensierato tipica di quando, il venerdì sera al termine di una settimana di lavoro stressante, ci si ritrova con gli amici per un aperitivo: un “ape”, appunto, come lo chiamiamo a Brescia».

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 123

Bimag QUOTES

1 / 20
2 / 20
3 / 20
4 / 20
5 / 20
6 / 20
7 / 20
8 / 20
9 / 20
10 / 20
11 / 20
12 / 20
13 / 20
14 / 20
15 / 20
16 / 20
17 / 20
18 / 20
19 / 20
20 / 20

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.