Il sindaco che fa anche il vigile. Gesto di umiltà che servirebbe in tante aziende

sindaco-vigile

Sindaco, ma non solo. All’occorrenza anche vigile. Il gesto di Marco Ferrari dovrebbe far scuola non solo tra i suoi colleghi impegnati nella gestione della cosa pubblica, ma anche tra i dirigenti al lavoro nelle aziende.

 

MARCO FERRARI È IL SINDACO DI PORTOFERRAIO

Lui è il primo cittadino di Portoferraio, sull’Isola d’Elba. E come tutti gli amministratori dei piccoli comuni deve costantemente fare i conti con i limiti di budget e risorse umane. La squadra della locale polizia municipale ha a disposizione 19 unità, non proprio poche. Tuttavia può capitare, in alcuni frangenti, che non ce ne sia neppure una disponibile sul territorio.

 

“OBBLIGATO” A PRESIDIARE LE STRISCE PEDONALI FUORI DALLE SCUOLE

ferrari-sindaco-portoferraio

Marco Ferrari, sindaco di Portoferraio

Poco male. In questi casi è lo stesso sindaco a “scendere in campo“. Almeno per il disbrigo dei compiti meno impegnativi. E un po’ di stupore deve essersi fatto largo tra i genitori che, accompagnando i figli a scuola, se lo sono ritrovati in mezzo alla strada a presidiare con attenzione e buona volontà il passaggio sulle strisce pedonali.

«La mia non è una protesta nei confronti di nessuno, né un’azione dimostrativa con secondi scopi. Ho soltanto la necessità di evidenziare nella maniera più forte possibile la grave situazione in cui ci troviamo a causa della impossibilità non solo di assumere personale, non avendo un dirigente bandito i concorsi, ma anche soltanto di prorogare le assunzioni a tempo determinato», ha spiegato Ferrari al giornalista de La Repubblica.

 

QUANTI DIRIGENTI “SCENDEREBBERO IN CAMPO” IN CASO DI NECESSITÀ?

La scelta di questo sindaco punta dunque a portare attenzione su una situazione che evidentemente non è ritenuta adeguata. Anche questo è marketing, verrebbe da dire. Tuttavia, il gesto è senza dubbio meritorio.

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.