Il tennis non è tutto, Sharapova prepara un’estate al… cioccolato

sharapova-roma

Agli Internazionali di Roma si comincia a fare sul serio: oggi è il gran giorno del ritorno di Maria Sharapova dopo la squalifica per doping che l’ha tenuta lontana dai campi per 15 mesi, un’eternità per una professionista come lei.

 

DUE ANNI FA SALUTÒ ROMA CON UNA VITTORIA

E proprio due anni fa Maria, nella sua ultima apparizione all’ombra del Colosseo, aveva salutato il pubblico con una vittoria in finale contro Carla Suarez Navarro.

L’attesa è alta. Dopo una pausa tanto lunga, e considerando un’età (“tennisticamente” parlando) non più verdissima, in tanti sono curiosi di vedere se la tennista russa saprà riconfermarsi ai livelli del suo passato, quando è stata in grado di vincere cinque tornei del Grande Slam. Il primo a Wimbledon nel 2004 quando era poco più di una ragazzina.

 

DURANTE LA SQUALIFICA SHARAPOVA HA PENSATO AL BUSINESS
sugarpova-sharapova

Maria Sharapova in posa con le sue barrette di cioccolato

Ma visto che la vita è lunga e bisogna saper guardare oltre il tennis, la siberiana ha approfittato della pausa per squalifica per lanciarsi in una nuova avventura imprenditoriale. Dopo le caramelle Sugarpova, è ora la volta del cioccolato.

Il brand rimane lo stesso. Per la produzione è stata chiamata in causa un’azienda polacca, la Barion Chocolatier, individuata dopo una lunga e accurata selezione.

 

DOPO LE CARAMELLE A BRAND SUGARPOVA, ORA TOCCA AL CIOCCOLATO

Nonostante suoni in qualche modo strano che un campione dello sport produca e faccia da testimonial a prodotti che dovrebbero essere vietati dalla dieta rigorosa che qualsiasi atleta dovrebbe seguire, tuttavia il connubio pare funzionare.

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Bimag QUOTES

1 / 20
2 / 20
3 / 20
4 / 20
5 / 20
6 / 20
7 / 20
8 / 20
9 / 20
10 / 20
11 / 20
12 / 20
13 / 20
14 / 20
15 / 20
16 / 20
17 / 20
18 / 20
19 / 20
20 / 20

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.