Risposta in ritardo? Il Comune di Camaiore si autotassa di due euro

camaiore-rimborso

Alzi la mano chi non ha mai dovuto fare i conti con i ritardi delle pubbliche amministrazioni. Un permesso, un certificato, una semplice risposta. A volte i tempi del riscontro diventano biblici.

 

DUE EURO DI RIMBORSO PER OGNI GIORNO DI RITARDO

In Toscana si tenta la via dell’”auto-punizione”. Il Comune di Camaiore, in provincia di Lucca, ha deciso di imporre una cifra di due euro, a mo’ di rimborso, per ogni giorno di ritardo nella consegna di documenti o mancate risposte oltre il limite di trenta giorni.

 

INIZIATIVA PARTITA A GENNAIO
Il sindaco di Camaiore, Alessandro Del Dotto

Il sindaco di Camaiore, Alessandro Del Dotto

L’iniziativa dell’amministrazione guidata dal sindaco Alessandro del Dotto è partita con l’inizio del nuovo anno.

Inoltre, per i cittadini di questa città di poco più di 30mila abitanti, è previsto anche un cosiddetto Open day settimanale. Ogni venerdì, dalle nove alle tredici, tutti gli uffici del Comune saranno aperti e operativi, a disposizione della cittadinanza. Nella stessa giornata saranno “aperti” anche gli uffici di sindaco e assessori.

 

ANCHE IL PUBBLICO COMINCIA A METTERSI IN DISCUSSIONE?

Novità interessanti. Soprattutto la prima. Finalmente anche nel pubblico comincia a farsi largo l’idea che sia necessario mettere in discussione i propri comportamenti e correggere quelli sbagliati attraverso l’arma più efficace: il denaro.

Due euro al giorno non rappresentano una cifra sufficiente per ripagare i cittadini da ritardi che, a volte, provocano disagi e costi ben maggiori, ma hanno un alto valore simbolico. Chi sbaglia paga. Così dev’essere anche nel pubblico.

@BusinessPmi

Bimag QUOTES

1 / 20
2 / 20
3 / 20
4 / 20
5 / 20
6 / 20
7 / 20
8 / 20
9 / 20
10 / 20
11 / 20
12 / 20
13 / 20
14 / 20
15 / 20
16 / 20
17 / 20
18 / 20
19 / 20
20 / 20

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.