«Si accettano Bitcoin»: a Firenze il primo albergo che punta (con prudenza) sulla moneta virtuale

bitcoin-hotel

Nonostante il forte alone di incertezza che ancora contraddistingue questa forma di pagamento, c’è chi non vuole farsi trovare impreparato in caso di rapida diffusione. Sempre più esercizi permettono il pagamento attraverso Bitcoin.

 

PAGAMENTI EFFETTUATI GRAZIE ALLA PIATTAFORMA BITPAY

Stavolta è il turno di un albergo a Firenze, il primo della città a fare questo passo. Da pochi giorni l’Hotel Plaza Lucchesi si è organizzato con le tecnologie necessarie a consentire ai propri clienti il pagamento dell’ospitalità attraverso le monete virtuali.

Verrà utilizzata la piattaforma Bitpay, che permette di convertire la moneta in euro in tempo reale agevolando il trasferimento dei fondi tramite smartphone.

 

I BITCOIN POSSONO ESSERE CONVERTITI SUBITO IN EURO

bitcoin-firenze

Sempre più esercizi consentono il pagamento tramite Bitcoin, a Firenze ora ci provano anche gli alberghi 

«Il sistema è di una semplicità estrema», spiega Giancarlo Carniani, direttore dell’hotel e presidente della sezione albergatori di Confindustria Firenze, intervistato dal Corriere fiorentino.

«Si scarica la app su un telefono o su un tablet – continua –, che funziona da pos virtuale, noi digitiamo l’importo da pagare in euro, la app genera un Qr code che il cliente fotografa attraverso il suo portafoglio elettronico: i bitcoin vengono trasferiti sul nostro account. Poi si possono convertire subito in euro o scegliere di rischiare e lasciare lì, il loro valore può aumentare o diminuire».

 

L’INTERESSE È ALTO, MA ANCORA SI NAVIGA A VISTA

Una scelta coraggiosa ma allo stesso tempo prudente, visto che è possibile convertire immediatamente la moneta virtuale in euro ed evitarsi lo stress delle oscillazioni di mercato che, per quanto riguarda i Bitcoin, sono estremamente forti.

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.