No-Tav sconfitti: la talpa dell’alta velocità è arrivata in Francia

torino-lione-no-tav-talpa-gea

Fa più notizia il blocco dell’autostrada Torino-Bardonecchia, da parte dei No-Tav, oppure l’arrivo della talpa Gea in Francia? La risposta è scontata, ma non per BiMag.

La fresa Gea, in azione dal mese di novembre del 2012, ha scavato dal viadotto Ramat (di fronte al comune di Chiomonte) fino a incontrare – poche ore fa – la talpa Federica, partita dal cantiere dell’alta Savoia di Saint-Martin-de-la-Porte. Possono, dunque, quasi partire i lavori di costruzione della sezione transfrontaliera della nuova linea ferroviaria Torino-Lione: inaugurazione prevista tra il 2020 e il 2023.

 

4 ANNI DI LAVORI PER 7 CHILOMETRI DI TUNNEL A 2 MILA METRI
La talpa Gea in azione nel nuovo traforo transfrontaliero della Tav Torino-Lione

La talpa Gea in azione nel nuovo traforo transfrontaliero della Tav Torino-Lione

Non c’è tempo per nessun taglio del nastro a due mila metri sotto le Alpi Cozie, al confine tra Italia e Francia. Fuori, a pochi chilometri di distanza all’imbocco del traforo del Frejus, ci sono vento e tantissima neve caduta nel primo weekend di febbraio.

È nelle viscere del massiccio montuoso dell’Ambin che Gea ha compiuto – giorno dopo giorno – un percorso vittorioso di 6.912 metri. Il tunnel realizzato dalla talpa servirà agli operai per realizzare le due canne da 57 chilometri della futura Torino-Lione. Una volta che il collegamento ferroviario sarà realizzato, il tunnel scavato da Gea sarà utilizzato come via di ventilazione e di emergenza.

 

OK DI MATTARELLA ALLA TORINO-LIONE
L'imbocco dell'attuale traforo ferroviario del Frejus inaugurato nel 1871

L’imbocco dell’attuale traforo ferroviario del Frejus, inaugurato nel 1871, in una vecchia cartolina

Traforo ferroviario più che vetusto quello attuale tra Italia e Francia. Risale al 1871, infatti, il traforo del Frejus. Più recente, del 1980, il traforo stradale del Frejus.

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.