Non solo pizza e birra: dal lievito cura per il cancro (ma servono fondi)

lievito-ricerca-cura-cancro-cnr-bari

Non è soltanto l’ingrediente fondamentale per pane, pizza, dolci e birra. Dal lievito arriva anche una cura per prevenire il cancro.

 

DAL LIEVITO LA CURA PER IL CANCRO

Non solo pizza e birra: dal lievito cura per il cancro (ma servono fondi)

Non solo pizza e birra: dal lievito cura per il cancro (ma servono fondi)

«La nostra cavia è il lievito. Non tutti sanno che la cellula del lievito funziona esattamente come quella dell’uomo e, quindi, può aiutarci a capire come prevenire cancro, diabete e malattie neurogenerative» spiega Nicoletta Guaragnella a La Repubblica, la ricercatrice che guida un team di scienziati di scienziati riuniti nell’istituto di biomembrane, bioenergetica e biotecnologie molecolari del Cnr, dipartimento di Scienze biomediche di Bari.

Insieme a lei anche Sergio Giannattasio che spiega come «il lievito è il più piccolo organismo unicellulare che sviluppa tutti i processi delle cellule umane. È il modello più semplice di cellula eucariotica, costruita cioè come quella dell’uomo, con membrana, nucleo e dna. Come le nostre cellule sviluppa attività metaboliche, meccanismi di riproduzione e morte naturale».

 

IL TEAM DEL CNR DI BARI

A partire dallo studio del lievito, dunque, è possibile conoscere alcune disfunzioni alla base di malattie degenerative. «Il nostro obiettivo è quello di comprendere quali reazioni e interazioni sviluppiamo partendo da organismi semplici» dichiara la squadra barese del Cnr a La Repubblica.

 

SERVONO FONDI PER LA RICERCA

Il team di ricercatori e scienziati d’eccellenza ha aperto la strada alla ricerca biomedica. Ma servono fondi. «La ricerca è molto costosa. Solo per un kit base si spendono 500 euro, fino a tremila per un paio di reazioni» spiegano i due scienziati del Cnr.

@82valentinas

 

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.