Oso, voce del verbo osare: nasce la community per disabilità e sport

oso-vodafone-sport-disabilità

Si chiama Oso e si legge Ogni Sport Oltre. Si tratta della prima comunità digitale (realizzata da Fondazione Vodafone, in collaborazione con il Cip, il comitato italiano paralimpico) per avvicinare le persone con disabilità allo sport e superare le barriere.

 

OSO, SPORT E DISABILITÀ

Oso, voce del verbo osare: nasce la community per disabilità e sport

Oso, nasce la community per disabilità e sport

Oso come il presente indicativo del verbo osare.

Si tratta di una community 2.0 che mette in rete tutte le informazioni utili a chi vuole praticare sport in Italia e creare una comunità di utenti fra persone con disabilità, le famiglie, gli istruttori, i professionisti e gli appassionati di sport, veicolando un modello inclusivo di partecipazione. La piattaforma Oso (e all’app disponibile per Android e iOS) ospita già i circa 40 progetti nazionali e locali selezionati attraverso un bando da 1,9 milioni di euro, concluso a maggio 2017.

 

VOCE DEL VERBO OSARE

Oso è una piazza virtuale suddivisa in sezioni con una parte informativa di news, approfondimenti e storie, una sezione di geolocalizzazione delle strutture accessibili filtrate per sport e tipologia di disabilità cui si rivolgono. Si tratta, dunque, di una community in cui condividere le proprie storie, leggere le testimonianze e cercare professionisti e tecnici che possano supportare la propria preparazione, una sezione dedicata ai progetti delle associazioni che lavorano sul territorio e un marketplace in cui scambiare e acquistare attrezzature e ausili per la pratica sportiva.

 

SUPERARE I LIMITI E LE BARRIERE

Oso, voce del verbo osare: nasce la community per disabilità e sport

Fondazione Vodafone unisce sport e disabilità

«Lo sport è un atto umano di grande aggregazione e unione, aiuta a superare limiti, ispira le persone. Per questo abbiamo deciso di finanziare questo progetto – spiega l’amministratore delegato di Vodafone Italia, Aldo Bisio. – La parola chiave per il futuro è inclusione. Più del 50% della popolazione mondiale vive in aree metropolitane e il mondo oggi è pieno di diversità. La sfida per noi, come impresa, è saper leggere e interpretare questa diversità. Per questo servono occhiali che non vedano il mondo di un solo colore».

@82valentinas

Bimag QUOTES

1 / 20
2 / 20
3 / 20
4 / 20
5 / 20
6 / 20
7 / 20
8 / 20
9 / 20
10 / 20
11 / 20
12 / 20
13 / 20
14 / 20
15 / 20
16 / 20
17 / 20
18 / 20
19 / 20
20 / 20

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.