Stefano Mancuso: problem solving? Copiamo le piante

Stefano-Mancuso

Stefano Mancuso, direttore del Laboratorio internazionale di neurobiologia vegetale dell’Università di Firenze, studia l’intelligenza («la capacità di risolvere problemi») delle piante. Una pianta è, infatti intelligente, anche se non ha un cervello. Da scienziato di fama mondiale, sostiene che il mondo vegetale sia un modello superiore. E copiarlo significherebbe fare un salto nel futuro, non solo dal punto di vista tecnologico e scientifico, ma anche organizzativo aziendale. Il modello antropocentrico è sbagliato. La vera rivoluzione si farà imitando il sistema vegetale, come racconta nel suo libro, Plant Revolution (Edizioni Giunti).

 

UN MONDO DOMINATO DA CHI NON HA IL CERVELLO

Lo scienziato Stefano Mancuso, autore del libro Plant Revolution che tratta dell'intelligenza delle piante

Lo scienziato Stefano Mancuso, autore del libro Plant Revolution

«Se noi prendessimo tutti gli esseri viventi presenti sul nostro pianeta e li mettessimo su una bilancia, il loro peso sarebbe per il 99 per cento costituito da piante – ha raccontato in un incontro di presentazione del suo libro –. Ci si dovrebbe chiedere, allora, come hanno fatto ad avere il 99 per cento della “quota di mercato”.  Cerchiamo di imitarli, capiamone i trucchi.

Le piante – ha spiegato – stanno ferme: questo è il punto cruciale. Per risolvere un problema, nutrimento, predatori, non si possono spostare. Da qui si sono inventati un sistema ingegnoso per cui distribuiscono tutto quello che noi concentriamo all’interno di organi: respirano, vedono, sentono, ragionano, comunicano e memorizzano con tutto l’organismo. In questo modo, per esempio, continuano a vivere anche subendo l’asportazione del 90 per cento del proprio corpo. Gli uomini, al contrario, come conseguenza del fatto che si possono muovere, non risolvono i problemi, li evitano. Non c’è da mangiare o da lavorare? Si spostano dove c’è. Non è un fatto secondario che il numero di geni del riso sia tre volte superiore a quello dell’uomo.

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 123

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.