Poesie monodose in scatola (come medicine): idea di Ronzani editore

poesie-monodose-scatola-ronzani-editore

Poesie monodose in scatola: è l’idea dell’editore vicentino Beppe Cantele Ronzani. Un’idea che nel giro di poche settimane è diventata subito sold out.

 

POESIE MONODOSE IN SCATOLA (COME MEDICINE)
Poesie monodose in scatola: l’idea dell’editore vicentino Ronzani

Poesie monodose in scatola (come medicine): l’idea di Ronzani editore

Si tratta di micro poesie stampate a mano, con procedimenti tradizionali e antichi metodi artigianali. Ogni poesia è singolarmente protetta da una bustina trasparente (che lascia intravedere il nome dell’autore).

Ogni opera è ripiegata come se fosse un mini libro e conservata in piccole scatole (di cinque colori differenti), che contengono ognuna dieci capolavori letterari.

 

L’IDEA DEL VICENTINO RONZANI

Poesie monodose in piccole scatole colorate, all’incirca della dimensione di una scatola di medicine. Dieci grammi di medicina per lo spirito. Si va da Catullo a Emily Dickinson, da Orazio a Giovanni Pascoli, da Umberto Saba a Giuseppe Ungaretti.

 

PRIMA TIRATURA SOLD OUT
Poesie monodose in scatola: l’idea dell’editore vicentino Ronzani

La prima tiratura delle Poesie monodose è andata sold out nel giro di poche settimane

La collezione è nata da un’idea di Giovanni Turria in collaborazione con Ronzani Editore. La distribuzione delle poesie monodose (prezzo 12 euro) è iniziata i primi giorni di dicembre: in poche settimane le Poesie Monodose sono diventate un regalo di tendenza per il Natale 2016.

La prima tiratura di 12.500 poesie complessive (ciascuna in 250 copie, in scatole da 10 poesie) è letteralmente andata a ruba: sold out nel giro di poche settimane. La seconda tiratura prevede mille monodose (10mila poesie, ciascuna in 200 copie): è disponibile dal 15 gennaio 2017.

@82valentinas

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.