Primario della risata, così Napoli ricorda Totò

Totò_chirurgo

Sono passati 50 anni dalla sua morte, ma Totò rimane per Napoli non solo il Principe per eccellenza, ma, come ama definirlo il comico Siani, il primario della risata, colui che ha fatto della comicità una medicina per tutti. A 50 anni dalla morte, Napoli ricorda oggi la sua icona attraverso una serie di eventi e con Totò genio, mostra antologica sul Principe aperta fino al 9 luglio in ben 3 sedi: palazzo Reale, Maschio Angioino e San Domenico Maggiore.

 

TRE MOSTRE, UN UNICO PERCORSO ESPOSITIVO
Totò Genio la mostra a Napoli

La locandina della mostra Totò Genio

Tre furono i funerali dedicati ad Antonio De Curtis, tre sono le mostre che a 50 anni dalla morte avvenuta il 15 aprile Napoli dedica al suo Principe. Il percorso espositivo Totò Genio, curato da Alessandro Nicosia e da Vincenzo Mollica, si snoda in tre diverse sedi ed è la prima monumentale mostra antologica dedicata al primario della risata, che ancora adesso ha un posto privilegiato nel cuore di Napoli e dei napoletani. 

Al Maschio Angioino, nella Cappella palatina del museo civico si trova l’esposizione Genio tra i geni che espone disegni di famosi  artisti del fumetto come Manara, Pratt, Crepax, Onorato e Pazienza. Nella mostra sono anche presenti i disegni che grandi registi come Fellini e Ettore Scola hanno dedicato al Principe. 

La mostra di Palazzo Reale è dedicata al rapporto tra Totò e l’arte. Totò, che spettacolo! è caratterizzata dalla presenta di filmati e installazioni multimediali che riporteranno in scena il Principe della risata con la sua mimica e la sua voce. Il tutto è arricchito da una bella collezione di costumi di scena originali. 

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Bimag QUOTES

1 / 20
2 / 20
3 / 20
4 / 20
5 / 20
6 / 20
7 / 20
8 / 20
9 / 20
10 / 20
11 / 20
12 / 20
13 / 20
14 / 20
15 / 20
16 / 20
17 / 20
18 / 20
19 / 20
20 / 20

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.