Privacy e Videosorveglianza

Data:
Località:
Milano (MI)

Il controllo a distanza dell’attività dei lavoratori

L’art. 23 del D.lgs. 151/2015 cambia il rapporto tra imprese e lavoratori per
quanto concerne l’impiego dei sistemi di videosorveglianza e degli strumenti
informatici utilizzati dai dipendenti, i quali potrebbero consentire un
controllo a distanza dei dipendenti.

In parte, il nuovo art. 4 dello Statuto dei Lavoratori lascia pressoché
invariata la disciplina generale dei controlli a distanza dell’attività
lavorativa effettuati mediante impianti audiovisivi o altri strumenti.

Dall’altro lato però, introduce alcune rilevanti novità per quanto riguarda:

  • I controlli attuati mediante gli strumenti utilizzati dal lavoratore per
    svolgere la prestazione lavorativa – solo per citarne alcuni: smartphone,
    smartwatch, tablet, laptop e navigatore satellitare installato nelle auto;
  • Gli strumenti di registrazione degli accessi e delle presenze – come
    badge e non solo.

Business International organizza una giornata formativa che si propone di
offrire una dettagliata analisi dei limiti e degli strumenti connessi
all’esercizio di una attività di controllo da parte del datore di lavoro,
consentendo una corretta gestione delle possibili situazioni di contenzioso.

Key Topics:

  • La disciplina del potere di controllo del datore di lavoro sull’attività
    dei lavoratori
  • Le attività di videosorveglianza nei luoghi di lavoro
  • Il ruolo degli altri strumenti di controllo dell’attività dei
    lavoratori: Internet, Facebook, mail e cellulare aziendale

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.