Buone notizie per gli over 75: niente canone Rai per i redditi fino a ottomila euro

anziani-rai

Ha aspettato le ultime ore del suo mandato il vecchio governo per confezionare un decreto che cambia le regole del canone Rai per la fascia più matura della di popolazione.

 

VECCHIO LIMITE FISSATO A 6.713 EURO

Fino a oggi erano esentati dal contributo annuale alla Rete tv pubblica tutti gli over 75 con un reddito inferiore a 6.713 euro. Non sarà più così. La soglia minima è stata incrementata fino a ottomila euro. Una valore che terrà conto dei redditi di entrambi i coniugi conviventi.

 

TRIPLICA LA PLATEA DEGLI ESONERATI DAL CANONE

rai-canone

Sono circa 350mila gli anziani over 75 in Italia che potrebbero evitare di dover pagare il canone Rai 

Grazie a queste nuove determinazioni saranno ora circa 350mila le persone che beneficeranno dell’esenzione. Nonostante la differenza di reddito minima rispetto al passato, quella che viene interessata è una platea significativamente più ampia: erano infatti soltanto 115mila gli aventi diritto con il vecchio limite fissato poco sotto i settemila euro di reddito.

Questa iniziativa provocherà una perdita di gettito pari a 20,9 milioni di euro, ampiamente coperta però dall’extra gettito (rispetto alle previsioni) che è stato accumulato nel corso dell’ultimo anno.

 

QUALI DECISIONI PRENDERÀ IL NUOVO GOVERNO?

Potranno beneficiare dell’esenzione coloro che avranno compiuto 75 anni entro il 31 gennaio 2018 e la cui tv sia situata nell’abitazione di residenza. Il decreto, che riporta la data del 16 febbraio, annuncia che sarà un successivo provvedimento a spiegare le modalità di attivazione dell’agevolazione. Ci sarà infatti da compilare e inviare un modulo entro il 18 aprile per quanti richiedono l’esenzione per la prima volta.

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.