Il pollo fritto si prepara a invadere Napoli: a rischio il primato della pizza?

pizza-pollo-fritto-napoli

Altro che pizza, a Napoli è arrivato il momento di cambiare (letteralmente) le carte in tavola. Ai piedi del Vesuvio è ora di… pollo fritto.

 

INAUGURATO IL PRIMO RISTORANTE DELLA CATENA KFC IN CAMPANIA

Proprio così, nel centro commerciale La Cartiera di Pompei è stato inaugurato il primo ristorante in Campania della catena Kentucky Fried Chicken, all’interno del quale si potrà gustare il celebre piatto cucinato con la ricetta originale del colonnello Harland Sanders del 1940.

 

DODICESIMA APERTURA IN ITALIA
pizza-pollo-fritto

La pizza è un piatto presente (e intoccabile) nelle abitudini alimentari di milioni di italiani

«Con Pompei apriamo il nostro primo ristorante in Campania, una delle aree strategiche per il nostro sviluppo – spiega Corrado Cagnola, amministratore delegato di Kfc Italia –. Raggiunto nel 2016 l’obiettivo di 10 aperture, oggi inauguriamo il nostro dodicesimo ristorante in Italia, dove siamo arrivati alle fine del 2014 e dove la nostra proposta alimentare sta riscuotendo un grande apprezzamento».

Altri locali sono infatti già stati aperti a Roma, Torino, Chieti, Brescia, Arese (Milano), Milano Bicocca, Reggio Emilia, Assago (Milano), Valmontone (Roma), Cremona e Verona.

 

LA SOCIETÀ (CHE È LA STESSA DI PIZZA HUT) PUNTA A QUOTA 100

E sono invece già 21mila i ristoranti Kfc sparsi in ben 125 paesi del mondo. Nata negli Stati Uniti nel 1930, Kentucky Fried Chicken è leader del mercato di riferimento e dà lavoro a 750.000 persone nel mondo.

In Italia Kfc è arrivata da soli tre anni e oggi ha raggiunto, come sottolineato in precedenza, le 11 aperture. L’obiettivo è arrivare a quota 100 locali nei prossimi cinque anni. Una missione difficile ma non impossibile per la società del gruppo Yum! Brands Inc., quella per intenderci che ha in pancia anche marchi come Pizza Hut e Taco Bell.

@BusinessPmi

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.