L’attacco (maldestro) del Sun al nostro Prosecco: attenzione, sbriciola i denti

Prosecco

«Immagini sconvolgenti rivelano come il prosecco possa marcire i denti e trasformarli in polvere simile al gesso». I giornalisti del Sun ci vanno giù davvero pesante stavolta.

 

IL TABLOID RIPORTA UNO STUDIO DELL’ORAL HEALTH FOUNDATION

Dal celebre tabloid inglese parte un attacco frontale a uno dei più famosi ed esportati vini italiani. Per dare ancora più l’idea, casomai non bastassero le parole al vetriolo, sotto il titolo campeggiano due denti: uno sbriciolato accanto a uno sano. 

 

DENTI IMMERSI IN UN CONTENITORE DI PROSECCO PER DUE SETTIMANE

stefano-zanette-prosecco

Stefano Zanette, presidente del consorzio della Doc

Il giornale inglese cerca di suffragare il taglio del proprio pezzo rifacendosi a uno studio dell’Oral Health Foundation.

I ricercatori hanno immerso in un contenitore, colmo di prosecco, denti molari e incisivi per un periodo di 14 giorni. I risultati sarebbero stati tanto scioccanti da spingere il giornale alla pubblicazione dell’articolo.

Ma chi si aspettava una reazione dai toni bellici da parte dei produttori (e dei consumatori) di Prosecco rimarrà deluso. La risposta è stata l’indifferenza. Più totale. «Una notizia così palesemente infondata che non merita alcun commento», è la considerazione di Armando Serena, presidente del consorzio della Docg di Asolo, raccolta dal Corriere del Veneto.

«Non diamo eco a queste notizie, è un attacco pretestuoso. Il consumatore sa trarre le sue conclusioni», gli fa eco Stefano Zanette, presidente del consorzio del Prosecco Doc.

 

ECCO LA SPIEGAZIONE LOGICA DEL FENOMENO

Una spiegazione scientifica, sempre sulle pagine del Corriere, la fornisce Riccardo Guazzo, docente di Igiene dentale dell’Università di Padova: «Se mettiamo un dente dentro qualsiasi alimento o bevanda acida, dal succo di frutta alla coca cola, si scioglierà sicuramente. In bocca non accade perché dopo l’iniziale demineralizzazione dello smalto dei denti a contatto con l’acido si attiva un sistema tampone naturale che in venti minuti riforma le particelle che erano state sciolte».

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.